Il tuo browser non supporta JavaScript!

VITA E PENSIERO

Rivista culturale dell'Università Cattolica del Sacro Cuore

Esiste un’eccezionalità dell’uomo rispetto agli altri esseri viventi? Alcuni scienziati mettono in dubbio questo paradigma. In realtà le sue mani, la sua parola e il suo intelletto lo differenziano sostanzialmente dal mondo animale. È la tesi dello storico e pensatore polacco Krzysztof Pomian, direttore del Museo dell’Europa di Bruxelles, esposta in uno degli articoli di questo numero di “Vita e Pensiero”. Rispetto alle nuove tendenze che vogliono porre sullo stesso piano gli uomini e gli animali, Pomian si dice ancora convinto che occorre continuare a parlare di “eccezione umana”.

Fra gli altri articoli del nuovo fascicolo il dialogo sul tema “Se la letteratura dà spazio all’invisibile”. I critici letterari Franco Marcoaldi e Carlo Ossola individuano la possibilità di una resistenza spirituale grazie al valore della parola contro la barbarie che affligge la nostra epoca. Da Erasmo a Italo Calvino, da Brodskij alla Ortese, un confronto a tutto campo tra per ridare valore al linguaggio, anche quello politico. Lo scrittore Eraldo Affinati ripercorre poi la lezione di don Lorenzo Milani per ribadire l’importanza della manualità nell’insegnamento scolastico, mentre il critico Alfonso Berardinelli punta il dito sulla crisi dell’umanesimo a causa dell’invadenza delle nuove tecnologia: l’umanesimo laico è ancora più in difficoltà oggi di quello cristiano.

Il teologo di fiducia del Papa Víctor Manuel Fernández si occupa del confronto con Dio nell’opera di Neruda e Borges, mentre lo storico Franco Cardini parla della vicenda dei missionari perseguitati in Giappone nel ‘600, al centro del nuovo film di Martin Scorsese. Infine, lo scrittore Paolo Cognetti parla degli eremiti, da lui definiti “i nuovi esploratori del XXI secolo”.

Dalla rivista vedi tutti gli articoli »

Polemiche culturali

Neruda, Borges e il silenzio di Dio

Neruda e Borges: divisi in tutto e per tutto dalle loro posizioni politiche, i due grandi scrittori sudamericani erano accomunati dal senso del divino pur essendo agnostici. Una lettura della loro opera letteraria dal punto di vista della religiosità.

La redazione consiglia

Scorsese presenta il film sui cristiani perseguitati

La vicenda delle persecuzioni subite dai cristiani in Giappone nel Seicento torna alla ribalta grazie al film “Silence” di Martin Scorsese in uscita a fine anno. Il regista a Roma per presentarlo. Fu una prova durissima per i cattolici. Del film e della vicenda storica parla Franco Cardini in un articolo su "Vita e Pensiero".

La redazione consiglia

La politica estera? La raccontano i free-lance

Dal “New York” al “Guardian”, sempre più i quotidiani (ma anche le tv ) del mondo non si affidano più ai loro inviati per raccontare le zone calde del mondo, ma a giornalisti che scrivono reportage da liberi professionisti. Lo scrive Laura Silvia Battaglia sull’ultimo numero di “Vita e Pensiero”.

La redazione consiglia

Torneranno i cristiani a Mosul?

“In Iraq una crudeltà che fa piangere”: così papa Francesco all’Angelus del 23 ottobre. Parole dedicate a Mosul, rivolte alla sorte dei cristiani ma non solo. Invitiamo allora a rileggere alcuni articoli usciti sul tema su “Vita e Pensiero”. Come quello di Philip Jenkins "Chiese d’Oriente, crepuscolo inevitabile?".

La redazione consiglia

Budapest '56 e l'addio al Pci degli intellettuali

Il 23 ottobre 1956 scoppiò la rivolta di Budapest contro l’Urss. Una protesta che riuscì per pochi giorni e fu repressa nel sangue. Fu anche una pagina decisiva per tutta l’intellighenzia europea: molti scrittori e pensatori abbandonarono il Pci. Sul nuovo numero di “Vita e Pensiero” tre interventi sulla vicenda.

La redazione consiglia

Agnes Heller: l'Europa e le periferie del mondo

Su "Vita e Pensiero", la filosofa ungherese Agnes Heller invita l’Europa a lasciarsi alle spalle l’eredità pesante di Auschwitz e dei Gulag e a “riscoprire la propria vocazione planetaria, ridefinendo al tempo stesso la relazione fra centro e periferia”. La filosofa ha ricevuto il Premio della Fondazione Masi.

Ultimo fascicolo

Anno: 2016 - n. 5

Sommario »

Pinterest