Il tuo browser non supporta JavaScript!

Alberto Oliverio

Libri dell'autore

Deficit d’attenzione: allarme a scuola e all’università novitàdigital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2018 - 6
Anno: 2018
Numerosi studi attestano ormai che la crescente difficoltà di concentrazione in bambini, adolescenti e giovani è dovuta all’uso continuo di computer, tablet e smartphone. Alcune proposte concrete per ovviare al problema, promuovendo la riflessione.
Scarica
La mente parlante: le neuroscienze e la lettura digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2018 - 2
Anno: 2018
È attraverso l’ascolto che si accende la curiosità per la lettura. Non dipende da un fatto genetico, non è qualcosa di innato che dipende da come è programmato il nostro cervello. L’abitudine alla lettura è legata a una sensibilizzazione da parte della famiglia e della scuola.
Scarica
Scienziati e letterati, tornate a dialogare! digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2016 - 2
Anno: 2016
L’entusiasmo nei confronti della tecnologia non può comportare un’ignoranza dei valori insiti nella cultura classica. Ecco come non ripetere oggi gli errori della separazione fra le “due culture” denunciata nel 1959 da Charles Percy Snow.
Scarica
Nativi digitali, non lasciamoli soli con i media digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2014 - 2
Anno: 2014
Le nuove tecnologie propongono una distinzione tra immaginario e fantasia...
Scarica
Neuroetica: la morale è determinata dal cervello? digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2009 - 1
Anno: 2009
Alcuni esperimenti neuroscientifici portano ad associare naturalità ed emozione: una visione minimalista delle radici dell’etica. Ma nuovi studi sul dolore mettono in evidenza la dimensione dell’empatia. Senza cancellare libertà e razionalità.
Scarica
 

Ultimo fascicolo

Anno: 2019 - n. 1

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

Animare l’Europa, un compito per le università
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2019 - 1
Anno: 2019
Attraverso un’azione educativa diffusa, i nostri atenei devono concorrere a far sì che la sensibilità europea non venga meno. Rivolgendosi a coloro che si sentono lasciati indietro e cercano rifugio dietro le barriere delle antiche frontiere.
Scarica