Il tuo browser non supporta JavaScript!

News

Teotino: Verso i Mondiali a Rio, culla del futebol bailado
09.05.2014

May

9

Nel 1950 il Brasile ospitante perse incredibilmente il titolo contro l’Uruguay: fu una vera tragedia di popolo. Oggi, dunque, deve riprovarci. Mentre la nostra Nazionale arranca, e il nostro calcio mostra crepe negli stadi, nei vivai e nei bilanci.

Continua >
Campi, Cartocci, Pombeni: Un’onda populista travolgerà l’Europa?
08.05.2014

May

8

Nel Continente i consensi delle formazioni “neo-populiste” ed “euro-scettiche” sembrano in travolgente ascesa. E torna a farsi sentire in modo prepotente il richiamo delle “vecchie” patrie. Siamo di fronte a un revival nazionalista? Si tratta solo di protesta?

Continua >
Festeggia con noi i 100 anni di Vita e Pensiero

Venerdì 9 maggio alle ore 12.00 appuntamento al Salone del libro di Torino per un brindisi con la redazione e gli autori di Vita e Pensiero. Vi aspettiamo allo stand M109

Continua >
Ornaghi:100 anni dopo, una rivista che genera cultura
21.03.2014

Mar

21

Per chiunque appartenga o si senta vicino alla famiglia di questa nostra rivista, sfogliare il primo fascicolo di "Vita e Pensiero" non può non essere accompagnato da un po’ di emozione.

scritto da Lorenzo Ornaghi
Continua >
Spadaro: non è un'eresia cercare Dio online
21.03.2014

Mar

21

La tecnologia web è uno dei modi con cui l’uomo può esprimere la propria spiritualità. Il “nativo digitale spirituale” è una sorta di hacker che nell’interiorità rompe le visioni abituali e automatiche, ponendo domande di senso e aprendo alla trascendenza.

scritto da Antonio Spadaro
Continua >
Heaney: Pound e la poesia del Novecento europeo
21.03.2014

Mar

21

Pubblichiamo l’ultima lezione del poeta irlandese premio Nobel, Seamus Heaney, tenuta al Trinity College di Dublino il 10 luglio 2013, poco prima della sua scomparsa a fine agosto: è un omaggio sui generis all’autore dei Cantos e ai suoi rapporti con Eliot, Joyce, Yeats.

scritto da Seamus Heaney
Continua >
Dopo il mio bosone, aspetto il “neutrino di Majorana”
14.02.2014

Feb

14

Immaginando una porzione infinitesimale di materia, ha reinterpretato il nostro mondo, ma ancora attende scoperte che lo rivoluzioneranno. Un premio Nobel non credente, ma che non vede una contraddizione tra fede e scienza: i tempi del conflitto sono passati.

Continua >
Da Arendt a Wenders, l’Europa di Schuman
14.02.2014

Feb

14

A 50 anni dalla morte, il ricordo di uno dei padri della Ue. Grande divoratore di libri, vedeva nell’Europa un progetto in perpetuo divenire. Perché l’Europa come la conosciamo oggi è il risultato di un doppio moto, di unificazione e frantumazione.

Continua >
Più fondi all’innovazione per le nostre imprese
14.02.2014

Feb

14

L’incremento della competitività delle imprese italiane sui mercati globali richiede ingenti investimenti in Ricerca e Sviluppo: non basta più l’1,53% del Pil fissato dalla strategia “Europa 2020”. E vanno migliorate le condizioni di accesso al credito.

Continua >
Dopo Auschwitz e Kolyma fare letteratura si può
14.02.2014

Feb

14

Contro le tesi di Adorno, gli scritti nati dai campi di sterminio insegnano che dalla tragedia delle “idee omicide” si esce rivendicando l’irriducibilità della verità e il mistero della realtà, l’indicibile che strappa dall’oblio del tempo. Tale è l’arte.

Continua >

Ultimo fascicolo

Anno: 2017 - n. 4

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

La via femminile del Novecento italiano
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2017 - 4 | anno: 2017 | numero: 4
Anno: 2017
Morante, Ortese, Ginzburg: ecco la triade che ha segnato la letteratura, ma anche il pensiero, per colmare il divario con l’universo maschile. Eppure l’assenza di donne nelle classifiche è ancora pesante. E un caso Ferrante non fa primavera.
Gratis
Pinterest