Il tuo browser non supporta JavaScript!

News

Giovani e lettura: qualche dato positivo
13.05.2016

May

13

Dopo il recente Salone del libro di Torino, alcuni dati sulla lettura dei giovani italiani sorprendono. L'analisi compiuta su "Vita e pensiero" nel numero in uscita prende in esame le letture dei giovani tra i 15 e i 24 anni, dal 2011 al 2015. Già 1,084 milioni di giovani ha letto o scaricato libri online negli ultimi 3 mesi e 1,010 milioni ha ordinato o acquistato libri, inclusi ebook, su internet negli ultimi 12 mesi.

scritto da Giuliano Vigini
Continua >
La Chiesa senza le donne è un corpo mutilato
13.05.2016

May

13

"L'assenza di donne nelle sfere decisionali della Chiesa come uno scandalo nella società contemporanea di cui non si vede una significativa inversione di tendenza”. Così scriveva due anni fa Lucetta Scaraffia su "VIta e pensiero". Quasi rispondendo a queste sollecitazioni, il Pontefice ha ipotizzato che una donna possa dirigere un dicastero vaticano.

scritto da Roberto Righetto
Continua >
Anni di piombo, riconciliazione possibile?

Il nostro Paese ha fatto davvero i conti con il proprio passato sulla dolorosa pagina del terrorismo? Il Giorno della memoria delle vittime del terrorismo, che si celebra lunedì 9 maggio, è l’occasione per rivisitare alcuni articoli sulla memoria condivisa e sulla riconciliazione che i nostri concittadini hanno saputo o meno far proprie. Dall'analisi dello storico Agostino Giovagnoli alle parole di Mario Calabresi sul perdono all'excursus letterario di Ermanno Paccagnini.

scritto da Roberto Righetto
Continua >
Gli immigrati cattolici in Italia dopo Lesbo
19.04.2016

Apr

19

Sono 5 milioni gli immigrati che hanno raggiunto il nostro Paese negli ultimi 25 anni; di questi circa 1 milione i fedeli cattolici. La visita di papa Francesco a Lesbo è occasione per rileggere un intervento di Carmelina Chiara Canta, pubblicato sul n.2 del 2010 di "Vita e Pensiero", che pone l’attenzione sui migranti cattolici che vivono nelle parrocchie italiane,

scritto da Eugenia Montagnini
Continua >
Accogliere lo straniero da Ricoeur a Francesco
15.04.2016

Apr

15

Dopo le forti parole di Papa Francesco all’isola di Lesbo sui profughi che bussano alle porte dell’Europa, vale la pena richiamare alcune parole del filosofo francese Paul Ricoeur: "Le misure prese su scala europea troppo spesso smentiscono la tradizione di asilo e protezione dei diritti e delle libertà della persona”.

scritto da Roberto Righetto
Continua >
Europa e profughi per Affinati e Rigoni Stern

Così diceva Rigoni Stern a Eraldo Affinati su "Vita e pensiero" nel 2008: “Abbiamo guadagnato un’Europa senza confini che ci dobbiamo ancora meritare, dal Mediterraneo al Baltico. Se andiamo a zappare nei millenni, ci scopriremo figli del Centro Africa: dirci siciliani o padani è ridicolo. Al mondo siamo tutti compaesani”.

scritto da Roberto Righetto
Continua >
Kristeva: Come si può essere jihadisti?
22.03.2016

Mar

22

Non basta bombardare Daesh, incarcerare gli estremisti o promettere di trovare lavoro ai giovani disoccupati delle periferie. Diamo un ruolo prioritario alla formazione, capace di rispondere al bisogno di credere e al desiderio di sapere degli adolescenti.

Continua >
Rilanciare la poesia spesso emarginata
21.03.2016

Mar

21

La poesia può salvarci dal tele-italiano: giornali e riviste culturali in Italia trascurano enormemente, a volte ignorano deliberatamente la poesia. Eppure, nell’età delle banalizzazioni televisive e dell’impoverimento linguistico, la poesia riveste anche una funzione decisiva nell’uso responsabile delle parole.

scritto da Roberto Righetto
Continua >
Monica Maggioni: In difesa delle terre di confine
17.03.2016

Mar

17

C’è solo un braccio di mare che separa e unisce Italia e Albania, due Paesi legati da un rapporto storico di amicizia. Lo stesso che bagna la Siria, la Libia e l’isola di Kos e che potrebbe essere in futuro la sorgente d’acqua per una convivenza possibile.

Continua >
Ravasi: Breve riflessione sulla natura umana
17.03.2016

Mar

17

Un concetto che viene da lontano, i cui contenuti sono sempre più oggetto di dibattito. Se la vecchia metafisica non resiste più, è possibile individuare nel personalismo di Lévinas, Mounier, Buber e Ricoeur una visione dialogica e relazionale.

Continua >

Ultimo fascicolo

Anno: 2017 - n. 4

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

La via femminile del Novecento italiano
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2017 - 4 | anno: 2017 | numero: 4
Anno: 2017
Morante, Ortese, Ginzburg: ecco la triade che ha segnato la letteratura, ma anche il pensiero, per colmare il divario con l’universo maschile. Eppure l’assenza di donne nelle classifiche è ancora pesante. E un caso Ferrante non fa primavera.
Gratis
Pinterest