Il tuo browser non supporta JavaScript!

Lévinas: La filosofia di Karol Wojtyła

16.01.2015
VITA E PENSIERO - 2014 - 6
VITA E PENSIERO - 2014 - 6
autori: Autori vari
formato: Fascicolo digitale
prezzo:
vai alla scheda »
Desidero subito precisare che il mio contributo intende limitarsi alla prima parte della proposizione che fa da titolo a questo nostro incontro. Non entrerò nei problemi che riguardano gli scritti di Sua Santità Giovanni Paolo II. Mi permetto di avanzare talune notazioni sul pensiero filosofico di Sua Eminenza il cardinale Wojtyła. Senza dubbio, in questo pensiero che non teme le ascensioni, il tratto più notevole è l’estrema fedeltà alla norma del discorso filosofico: l’analisi resta fedele a un linguaggio che si tiene con rigore entro la luce naturale e che, oserei dire, diffida dell’illuminazione teologica. Devo confessare che pur attenendomi alla medesima norma, mi permetto, nei miei modesti scritti, di far ricorso più di quanto non faccia il cardinale Wojtyła, al testo biblico e alla sua ermeneutica.
 

Array
(
    [codice_fiscale_obbligatorio] => 1
    [coming_soon] => 0
    [fuori_servizio] => 0
    [homepage_genere] => 0
    [insert_partecipanti_corso] => 0
    [moderazione_commenti] => 0
    [mostra_commenti_articoli] => 0
    [mostra_commenti_libri] => 0
    [multispedizione] => 0
    [pagamento_disattivo] => 0
    [reminder_carrello] => 0
    [sconto_tipologia_utente] => carrello
)

Ultimo fascicolo

Anno: 2017 - n. 5

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

Contro la decadenza il ricorso al "sublime"
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2017 - 5 | anno: 2017 | numero: 5
Anno: 2017
È il segreto della Repubblica delle Lettere ma anche di ogni civiltà che vuole sopravvivere: perciò vale la pena rileggere il trattato sulla bellezza scritto da un anonimo mentre il cristianesimo era agli albori. Un inno alla libertà creativa in epoche di crisi.
Gratis
Pinterest