Il tuo browser non supporta JavaScript!

VITA E PENSIERO - 2011 - 4

digital VITA E PENSIERO - 2011 - 4
Fascicolo digitale
rivista VITA E PENSIERO
fascicolo 4 - 2011
titolo VITA E PENSIERO - 2011 - 4
editore Vita e Pensiero
formato Fascicolo digitale | Pdf

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

EDITORIALE

FRONTIERE

Maghreb e Medio Oriente, politica in cerca di equilibrio
di Vittorio Emanuele Parsi pagine: 7 € 3,60
Abstract
Le rivolte in corso nel 2011 segnano l’inizio di una possibile convergenza nella domanda politica tra Nord e Sud del Mediterraneo? I rischi per una compiuta pace regionale determinati dalla politica repressiva della Siria e il ruolo-chiave di Israele.
Giustizia globale, solo un’utopia?
di Michael Walzer pagine: 12 € 3,60
Abstract
Una visione solidale e umanitaria comporta l’aiuto reciproco nel mondo globale, per affrontare povertà, conflitti o emergenze ambientali. Ognuno deve contribuire: individui, Ong, Stati. Ma va rispettata l’autodeterminazione di singoli e comunità.
Se la letteratura d’Europa ha bisogno di metafisica
di László F. Földényi pagine: 10 € 3,60
Abstract
Gli autori di oggi paiono ignorarlo, ma una letteratura che voglia chiamarsi europea deve mantenere viva la ricerca della trascendenza, nutrendo i legami metafisici dell’uomo e difendendone la libertà d’esistenza contro le derive della globalizzazione.

SCENARI ECONOMICI

Il mercato unico europeo, sempre più necessario
di Mario Monti pagine: 7 € 3,60
Abstract
La crisi dell’Eurozona ha messo in evidenza quanto mal funzionante sia l’unione monetaria. Ma le proposte per uscire dalle difficoltà che ostacolano il processo di integrazione sono numerose. Pur se talvolta giudicate impopolari. Eccone alcune.
Perché l’Italia deve germanizzarsi
di Alberto Quadrio Curzio pagine: 6 € 3,60
Abstract
L’economia sociale di mercato viene sempre più evocata come una possibile soluzione alla crisi in corso. Ma occorre intendersi su ciò che significa. Un excursus dalle sue origini fino al modello tedesco, al quale anche il nostro Paese dovrebbe guardare.
Tornare a crescere? È una questione di spirito
di Mauro Magatti pagine: 8 € 3,60
Abstract
La crisi europea, e soprattutto italiana, non è solo economica, bensì demografica, politica e, per molti aspetti, civile. Raggiunto il benessere, è come se non si riuscisse più a pensare il futuro. Ma la vera “benzina” dello sviluppo è di tipo spirituale.

SONDAGGI

Il neolaureato ideale: così lo vuole l’azienda
di Claudia Villosio pagine: 7 € 3,60
Abstract
Il candidato più interessante agli occhi di chi si occupa di selezione del personale? Dispone di un inglese fluente e ha una pur piccola esperienza di lavoro alle spalle. Ma conta anche l’ateneo da cui si proviene. Alcuni spunti da una recente ricerca.

LA QUESTIONE

Italia, da Nord a Sud è allarme demografico
di Gian Carlo Blangiardo pagine: 9 € 3,60
Abstract
Denatalità e invecchiamento della popolazione italiana denotano trasformazioni radicali che vanno affrontate. La politica spesso è sorda al riguardo, ma esistono studi su cui discutere. Fra essi, il nuovo Rapporto-proposta della Chiesa italiana.
Dobbiamo augurarci una vita senza vecchiaia?
di Roberto Bernabei, Pierugo Carbonin pagine: 10 € 3,60
Abstract
La fiducia nel continuo progresso scientifico si associa, fra l’altro, all’idea che si stia per riuscire a prolungare a piacimento la vita, nel segno di una negligible senescence. Ma non dimentichiamo che l’uomo sta dentro, e non sopra, la natura.
Contro malattie e povertà serve un’unica battaglia
di Piero Valentini pagine: 7 € 3,60
Abstract
L’impatto dell’indigenza e del sottosviluppo sulla salute non risparmia né i Paesi poveri, né l’Occidente industrializzato: Hiv, peste e altre patologie tornano a minacciarci. I progressi della medicina contano, ma insieme a politiche sociali coraggiose.

POLEMICHE CULTURALI

Né castigo né satira: il mondo dopo Babele
di Jean Louis Ska pagine: 10 € 3,60
Abstract
Il racconto biblico non è un oracolo contro Babilonia, ma impartisce una lezione universale: non possiamo sognare l’immortalità o un linguaggio unico per tutta l’umanità. Invece che all’uniformità, meglio pensare a concordia e armonia.
L'educazione linguistica non va abbandonata
di Tullio De Mauro pagine: 10 € 3,20
Abstract
Quanto più si è padroni degli usi della lingua, tanto meglio ci si inoltra nel mondo degli stili, dei linguaggi, dei saperi critici e scientifici. Alla riscoperta della ricca tradizione dell’insegnamento linguistico nel nostro Paese, dall’Unità a oggi.
Cultural planning, per dare valore alle città
di Federica Olivares pagine: 7 € 3,60
Abstract
L’utilizzo strategico e integrato delle risorse culturali in un particolare territorio può fare la differenza nel consentire lo sviluppo economico e identitario soprattutto delle città: pensiamo a Berlino, Londra, Göteborg, Amsterdam, Rotterdam. E Milano?
Empatia, forza preziosa per una società a rischio
di Laura Boella pagine: 9 € 3,60
Abstract
Al fondo del bisogno di comunicazione e interdipendenza della nostra epoca di confusione morale, l’empatia pare una sorta di nuovo fondamento dell’etica. In cui entrano in gioco le neuroscienze, i social network e l’educazione alla percezione dell’altro.
La chimica è una risorsa, non fonte di pericolo
di Marco Trevisan pagine: 6 € 3,60
Abstract
Nel 2011 si celebra l’Anno mondiale dedicato a questa scienza affascinante, ma segnata da forti pregiudizi. Le sue conquiste hanno migliorato la nostra esistenza: è importante una corretta informazione in proposito per evitare allarmismi ingiustificati.

L'INTRUSO

Scrivere di giustizia nel solco della memoria
di Benedetta Tobagi pagine: 7 € 3,60
Abstract
Il nesso che lega narrazione e giustizia affrontato immergendosi nella propria storia più intima e personale. Lo scandalo del male e la scrittura come possibile riparazione. Il rapporto fra vittime e rei, fra colpa e pena.

Ultimo fascicolo

Anno: 2017 - n. 5

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

Contro la decadenza il ricorso al "sublime"
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2017 - 5
Anno: 2017
È il segreto della Repubblica delle Lettere ma anche di ogni civiltà che vuole sopravvivere: perciò vale la pena rileggere il trattato sulla bellezza scritto da un anonimo mentre il cristianesimo era agli albori. Un inno alla libertà creativa in epoche di crisi.
Gratis
Pinterest