Il tuo browser non supporta JavaScript!

VITA E PENSIERO - 2016 - 5

digital VITA E PENSIERO - 2016 - 5
Fascicolo digitale
rivista VITA E PENSIERO
fascicolo 5 - 2016
titolo VITA E PENSIERO - 2016 - 5
editore Vita e Pensiero
formato Fascicolo digitale | Pdf
€ 10,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Esiste un’eccezionalità dell’uomo rispetto agli altri esseri viventi? Alcuni scienziati mettono in dubbio questo paradigma. In realtà le sue mani, la sua parola e il suo intelletto lo differenziano sostanzialmente dal mondo animale. È la tesi dello storico e pensatore polacco Krzysztof Pomian, direttore del Museo dell’Europa di Bruxelles, esposta in uno degli articoli di questo numero di “Vita e Pensiero”. Rispetto alle nuove tendenze che vogliono porre sullo stesso piano gli uomini e gli animali, Pomian si dice ancora convinto che occorre continuare a parlare di “eccezione umana”.

Fra gli altri articoli del nuovo fascicolo il dialogo sul tema “Se la letteratura dà spazio all’invisibile”. I critici letterari Franco Marcoaldi e Carlo Ossola individuano la possibilità di una resistenza spirituale grazie al valore della parola contro la barbarie che affligge la nostra epoca. Da Erasmo a Italo Calvino, da Brodskij alla Ortese, un confronto a tutto campo tra per ridare valore al linguaggio, anche quello politico. Lo scrittore Eraldo Affinati ripercorre poi la lezione di don Lorenzo Milani per ribadire l’importanza della manualità nell’insegnamento scolastico, mentre il critico Alfonso Berardinelli punta il dito sulla crisi dell’umanesimo a causa dell’invadenza delle nuove tecnologia: l’umanesimo laico è ancora più in difficoltà oggi di quello cristiano.

Il teologo di fiducia del Papa Víctor Manuel Fernández si occupa del confronto con Dio nell’opera di Neruda e Borges, mentre lo storico Franco Cardini parla della vicenda dei missionari perseguitati in Giappone nel ‘600, al centro del nuovo film di Martin Scorsese. Infine, lo scrittore Paolo Cognetti parla degli eremiti, da lui definiti “i nuovi esploratori del XXI secolo”.

EDITORIALE

Sopravvivere allo sciame: l’Europa senza élite
pagine: 3 € 4,00

FRONTIERE

Perché si deve ancora parlare di “eccezione umana”
di Krzysztof Pomian pagine: 11 € 4,00
Abstract
Esiste un’eccezionalità dell’uomo rispetto agli altri esseri viventi? Alcuni scienziati mettono in dubbio questo paradigma. In realtà le sue mani, la sua parola e il suo intelletto lo differenziano sostanzialmente dal mondo animale.
Israele e Palestina, la riconciliazione possibile
di Robi Damelin pagine: 8 € 4,00
Abstract
Guardare all’umanità dell’altro è il percorso da compiere per chi ha vissuto l’esperienza della perdita di un congiunto nel conflitto mediorientale. Nell’atto di comprendere c’è, paradossalmente, lo spazio per aprire una discussione e liberarsi dalla rabbia.
Ma quello dei cristiani è un genocidio “a pezzi”?
di Gerolamo Fazzini pagine: 7 € 4,00
Abstract
Non solo in Medio Oriente, ma in varie parti del mondo sono in atto durissime persecuzioni dei credenti in Cristo. Ecco una mappa aggiornata di una realtà che papa Francesco definisce martirio per evitare riduzionismi e strumentalizzazioni.
La politica internazionale? La raccontano i freelance
di Laura Silvia Battaglia pagine: 4 € 4,00
Abstract
Dal «New York Times» al «Guardian», sempre più media non si affidano ai loro inviati per raccontare le zone calde del mondo, ma a giornalisti che scrivono reportage da liberi professionisti. Una tendenza che comporta alcuni rischi.

SCENARI ECONOMICI

Perché l’a-crescita fa bene all’umanità
di Mauro Gallegati pagine: 6 € 4,00
Abstract
Avere come unico obiettivo l’aumento illimitato del Pil è miope e fuorviante. Il benessere non dipende dalla quantità di merci e servizi a disposizione ma dalla possibilità di godersi la vita senza compromettere un’uguale opportunità alle generazioni future.
La nuova imprenditorialità del continente nero
di Mario Molteni pagine: 6 € 4,00
Abstract
L’emergenza immigrazione si combatte anche attraverso lo sviluppo in Africa di nuove imprese attente all’impatto sociale e ambientale delle proprie attività e capaci di generare posti di lavoro diretti e nell’indotto. L’esperienza di E4Impact Foundation.

DIALOGHI

Se la letteratura dà spazio all’invisibile
di Carlo Ossola, Franco Marcoaldi pagine: 9 € 4,00
Abstract
Una resistenza spirituale grazie al valore della parola contro la barbarie che affligge la nostra epoca. Da Erasmo a Italo Calvino, da Brodskij alla Ortese, un confronto a tutto campo per ridare valore al linguaggio, anche quello politico.

SPIRITUALITÀ

Violenza e perdono: la misericordia difficile
di Gaetano Piccolo pagine: 7 € 4,00
Abstract
Nell’Anno della misericordia sembra esserci più violenza che mai, in tutte le parti del globo. Una sfida a riflettere e vivere il perdono come un’esperienza di apertura a partire dal nostro originario essere esposti all’altro.

INIZIATIVA D'ATENEO

L’Università Cattolica e l’unità dei saperi
di Pierluigi Lia, Luigi D'Alonzo, Claudio Stercal pagine: 4 € 4,00
Abstract
Ancora alcune riflessioni sul dibattito aperto sull’identità dell’Ateneo. L’importanza della totalità contro la frammentazione e il senso della comunità fra docenti e studenti. La formazione accademica e l’attenzione rivolta al bene comune.

DISCUSSIONI

Quel che dà la forza di vivere può essere trasmesso?
di Maurice Bellet pagine: 11 € 4,00
Abstract
Il mondo globale è segnato dalla dispersione dei saperi e dal ritorno ambiguo del religioso: quali valori possiamo comunicare alle nuove generazioni? Fra eredità e memoria storica, uno sguardo coraggioso sulla nostra civiltà. Il ruolo dei formatori.
Umanesimo, umanesimi: alla prova della tecnica
di Alfonso Berardinelli pagine: 5 € 4,00
Abstract
Le profonde innovazioni sia nelle scienze della natura sia nelle scienze dell’uomo hanno reso problematica la continuità con un concetto che ha segnato la storia europea. E l’umanesimo laico oggi pare più in difficoltà dell’umanesimo cristiano.
Educare alla manualità. La scuola diventa laboratorio
di Eraldo Affinati pagine: 5 € 4,00
Abstract
Non c’è solo il modello don Milani: nella scuola italiana sono molte le sperimentazioni che favoriscono negli studenti profonde azioni conoscitive per coinvolgerli totalmente. Senza dimenticare la potenza maieutica della nostra tradizione culturale.

POLEMICHE CULTURALI

Neruda, Borges e il silenzio di Dio
di Víctor Manuel Fernández pagine: 9 € 4,00
Abstract
Divisi in tutto e per tutto dalle loro posizioni politiche, i due grandi scrittori sudamericani erano accomunati dal senso del divino pur essendo agnostici. Una lettura della loro opera letteraria dal punto di vista della religiosità.
Giappone, la storia segreta dei martiri cristiani
di Franco Cardini pagine: 6 € 4,00
Abstract
La vicenda delle persecuzioni subite nel Seicento torna alla ribalta grazie al film Silence di Martin Scorsese in uscita a fine anno. Una prova durissima per i cattolici: la pratica barbara delle “immagini da calpestare” imposta dal Sol Levante.
Storia delle religioni: l’Italia a che punto è?
di Pier Angelo Carozzi pagine: 5 € 4,00
Abstract
L’anniversario della morte di Uberto Pestalozza è l’occasione per fare il punto sull’insegnamento della disciplina nelle università italiane. Dai primi approcci storico-archeologici al dialogo con le scienze umane. La svolta del Concilio Vaticano II.
Umiltà e umorismo, ecco le vie della mistica
di Laura Bosio pagine: 6 € 4,00
Abstract
È un ambito delle religioni che oggi vive un revival e che ha avuto una storia spesso sofferta. Da Giovanni della Croce a Edith Stein e Teresa di Calcutta, non è mai separato dal mondo. E dallo humour, come in san Francesco.
La “giusta distanza”: i social e le amicizie
di Silvano Petrosino pagine: 8 € 4,00
Abstract
A dispetto della tranquillità frenetica dell’ideologia digitale, sulla scia di Heidegger bisogna distinguere il dono dell’autentica e purtroppo rara amicizia dallo scambio delle varie “amicizie” che si stringono e si sciolgono in pochi istanti sulla rete.

L'INTRUSO

Eremiti del XXI secolo: i nuovi esploratori
di Paolo Cognetti pagine: 4 € 4,00
Abstract
L’eremitaggio oggi non è una clausura: non ci si può rintanare in una cella. È anzi una ricerca, un avventurarsi fuori dai territori conosciuti, un affinare la vista e l’udito per credere e sentire meglio, o imparare daccapo a farlo perché la città ci rende sordi e ciechi.

Incipit articolo: «Vivo per quattro mesi all’anno in una baita di montagna. È una casa circondata da pascoli e boschi, a circa duemila metri d’altezza e sei chilometri di distanza dal paese più vicino, dove vado ad abitare dalla fi ne di maggio all’inizio di ottobre...»

Ultimo fascicolo

Anno: 2017 - n. 3
Pinterest