Il tuo browser non supporta JavaScript!

News scritte da Ezio Franceschini

Ezio Franceschini

Ezio Franceschini (1906-1983) nacque nelle montagne della Valsugana, studiò a Padova e insegnò per quarant'anni a Milano, all'Università Cattolica. Dell'Università Cattolica fu Rettore dal 1965 al 1968. Studioso di latino e del Medioevo, fu conosciuto in Europa e nel mondo per le sue ricerche sulla tradizione di Aristotele e Seneca, sul teatro latino medioevale, su san Francesco e santa Chiara d'Assisi. Fuori dal campo scientifico, scrisse molti testi di spiritualità. Fin dalla gioventù coltivò anche una vena narrativa, pubblicando racconti e novelle su quotidiani e settimanali. Da ultimo scrisse racconti per bambini, in cui dominano le storie delle sue montagne, dei grandi ghiacciai, dei boschi e dei torrenti, abitati da animaletti, uccelli e pesci: pubblicati per lo più su «Giovani Amici», furono riuniti nel volume postumo La valle più bella del mondo. In provincia di Milano una scuola elementare è intitolata a Ezio Franceschini per scelta degli alunni che avevano usato questo volume come libro di lettura.

Il mio no al fascismo
20.04.2019

Apr

20

Nel 1975 Ezio Franceschini rievocava la vicenda del fascismo e dell'antifascismo, con una lucidità e una pacatezza mirabili. L'uomo accusato da alcuni di una linea troppo morbida con gli studenti del '68 rivendicava il suo no al fascismo, il suo aiuto a Concetto Marchesi e soprattutto la sua difesa della libertà e della giustizia, più importanti dell'ordine e della sicurezza, che hanno senso solo "nella libertà".

Continua >

Ultimo fascicolo

Anno: 2019 - n. 2

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

Dopo il Grande Torino, il calcio senza eroi
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2019 - 2
Anno: 2019
Era il 4 maggio del 1949, alle 17.05, quando il volo di ritorno da Lisbona si schiantò sulla collina di Superga. Un ricordo di quella “squadra inarrivabile”, una leggenda che emana ancor oggi una forza prodigiosa e scuote di emozioni il cuore.
Gratis