Rivista Vita e Pensiero Vendita online articoli e abbonamenti

VITA E PENSIERO

Rivista culturale dell'Università Cattolica del Sacro Cuore

Cosa potete leggere sugli ultimi numeri

Da Dante a Coatlicue: per una letteratura mondiale” è il titolo dell’articolo di David Damrosch, professore di Letteratura comparata all’Università di Harvard e direttore dell’Institute for World Literature, ciontenuto nel nuovo numero della rivista “Vita e Pensiero”: contro l’idea del canone consolidato di classici prevalentemente occidentali e l’uso nazionalistico delle lingue e delle letterature, l’idea di letteratura mondiale può aiutare a una maggiore comprensione reciproca. 

Fra gli altri articoli, l’editoriale è di Franco Anelli: il Rettore dell’Università Cattolica affronta il tema del ruolo degli atenei e della loro funzione educativa. Dal suo punto di vista, la rigenerazione della società, mediante il passaggio del testimone del sapere, è la ragione prima dell’università.

Nella sezione Discussioni, Alessandro Zaccuri interviene contro la moda delle pagelle. Non solo lo sport e Sanremo, voti o stellette vengono attribuiti alle persone, come nel caso di Rate Yourself. Ma giudicare gli altri ci impedisce di guardare noi stessi. Il filosofo Fabrice Hadjadj poi analizza il rapporto fra i Padri della Chiesa e l’economia, mentei il teologo Christoph Theobald parla di Michel de Certeau in rapporto alla sinodalità.

VP Plus+ vedi tutti gli articoli »

di: Giuseppe Tanzella-Nitti

Dio: provare per credere?

Un volume di grande successo in Francia, Spagna e ora anche in Italia parla delle prove scientifiche di Dio. Un discorso criticabile perché non si dovrebbe confondere il piano della fede e quello della scienza. Ma il fenomeno - e l'interesse che suscita il tema - va indagato.

VP Plus+

Talk-show, opinioni, social: dov’è la verità?

La babele delle opinioni e la loro astuta manipolazione rischiano di farci perdere la verità e, di conseguenza, la libertà. Con l’intelligenza artificiale la situazione è peggiorata. E le istituzioni?

VP Plus+

La via crucis dei nuovi dissidenti russi

Dopo la morte di Naval'nyj e le elezioni, in Russia rimane la guerra e la dittatura. Ma per i popoli - russo, ucraino, bielorusso e per gli altri - rimane la via crucis, percorso di sofferenza e distruzione che può essere superato solo con la resistenza morale.

VP Plus+

Gerusalemme senza luce

Israeliani e palestinesi continuano la loro guerra. "In questo tempo violento e impazzito", una riflessione sulla Pasqua scritta a Gerusalemme da don Filippo Morlacchi, mentre i cristiani palestinesi non possono partecipare ai riti comuni.

Dalla rivista vedi tutti gli articoli »

di: Italo Mancini

A Safenwil sulle orme del giovane Barth

Nel 1966 pubblicavamo questo vivace contributo di don Italo Mancini, una riflessione teologica che è quasi un racconto di viaggio. Un testo ricco e penetrante, dedicato al grande teologo Karl Barth.

Dall'Archivio

La dignità dell'uomo carcerato

Quarant'anni fa pubblicavamo questa riflessione del card. Carlo Maria Martini, rivolta a tutta la Chiesa. La riproponiamo in vista della Biennale d'Arte di Venezia: il padiglione vaticano sarà ospitato presso il carcere femminile dell'isola della Giudecca.

Polemiche culturali

Porro: Liceo classico: quale futuro?

 
Davanti al calo di iscrizioni che si verifica da qualche anno in Italia, occorre saper innovare senza mettere in dubbio il valore degli studi classici. Vanno incentivate le sperimentazioni che valorizzano l’area scientifica, matematica in particolare.

Forum

Di Porto, Tawfik: "Medio Oriente, parole di pace"

 
In seguito all’attacco di Hamas e alla risposta israeliana, come immaginare una soluzione positiva al conflitto? Due scrittori a confronto. Il dialogo non nasce solo dalla volontà politica ma dalla cultura del perdono, oltre l’odio e la voglia di vendetta.

Ultimo fascicolo

Anno: 2024 - n. 1

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

Terra Santa, cristiani a rischio ma indispensabili
Formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2024 - 1
Anno: 2024
A Gaza una presenza ridotta al lumicino, aggravata enormemente dall’invasione israeliana. Ma pure in Palestina la situazione è critica, anche per le violenze perpetrate dagli estremisti islamici. Un ruolo che va preservato, perché da sempre garante di pace.
Gratis

Inserire il codice per attivare il servizio.