Rivista Vita e Pensiero Vendita online articoli e abbonamenti

VITA E PENSIERO

Rivista culturale dell'Università Cattolica del Sacro Cuore

Cosa potete leggere sugli ultimi numeri

Di armeni, di ebrei e dei loro destini intrecciati: è il titolo di un doppio articolo, il primo dello studioso ebreo Vittorio Robiati Bendaud, il secondo della scrittrice Antonia Arslan, dedicato al rapporto fra ebrei ed armeni nella storia, che compare sul nuovo numero della rivista. Due popoli entrambi vittime di genocidi e tuttora oggetto di attacchi fondamentalisti: dall’antisemitismo riemergente alla vicenda del Nagorno Karabakh. Da parte sua il critico letterario Goffredo Fofi ripercorre la vicenda di Svetlana Aleksievič, la scrittrice premio Nobel oggi attiva oppositrice in Bielorussia del dittatore Lukashenko. Fra gli altri articoli si segnala un’intervista di Lucia Capuzzi al filosofo e psicanalista Miguel Benasayag sulla pandemia e sulla necessità di creare legami di cura per farvi fronte; un testo di Dario Antiseri su Wittgenstein e la religiosità negata; uno di Alfonso Berardinelli su sacro e letteratura; un’analisi di Aldo Grasso e Paolo Carelli sulle serie tv dedicate allo sport. Nella rubrica "L'intruso" il poeta Franco Arminio indica la necessità di una letteratura del reale.
L'ultimo numero di VP Plus, il quindicinale online gratuito, si apre con un articolo di Claudia Manzi e Sara Mazzucchelli che parla del rapporto di coppia alla prova della pandemia. Il maggior editore di libri negli Stati Uniti, Penguin Random House ha appena acquisito un colosso come Simon & Schuster: da questa notizia prende il via l'articolo di Giuliano Vigini dedicato a Concentrazione, mercato e piccola editoria. Dall'archivio un articolo del 1984 firmato da Virgilio Melchiorre, una riflessione sul mistero della sofferenza di sicura attualità nel tempo della pandemia.

VP Plus+ vedi tutti gli articoli »

di: Luca Pesenti

DOPO LA PANDEMIA: LA SOCIETÀ COMODA E I SUOI RISCHI

La pandemia ci ha reso ancora più sedentari, confinati nelle nostre case dove ormai in molti lavorano e studiano. CI sono però molti lati oscuri, dalla difficoltà ad assumere rischi alla scomparsa dei riti. Una società comoda, in realtà condannata a consumare.

VP Plus+

And the winner is… il politicamente corretto?

L’edizione 2021 degli Academy Awards – in piena pandemia – si annuncia piena di cambiamenti all’insegna del politicamente corretto. Eppure già adesso è una rassegna molto varia rispetto al passato, con buoni film tra i candidati.

VP Plus+

TRE RINASCITE. PUÒ SUCCEDERE ANCORA?

Navigando il fiume della storia recente, si possono indicare tre momenti in cui l’Italia ha recuperato il gusto di essere una gente, capace di essere all’altezza dei migliori. Possiamo sperare tanto dopo la pandemia?

VP Plus+

Uguali nel battesimo, diverse nel sesso: le donne e la Chiesa

La questione femminile è il vero cuore del confronto tra Chiesa e mondo. Una questione da affrontare nella concretezza della vita, senza rimanere bloccati nella gabbia di una teologia a volte troppo astratta.

Dalla rivista vedi tutti gli articoli »

di: Etienne Klein

Gli scienziati, i cittadini e l’ultracrepidarismo

I cittadini hanno il diritto di essere informati, ma oggi assistiamo a un continuo scontro fra esperti che non giungono mai ad accordarsi. Dobbiamo evitare di considerarci tutti competenti e sapere che scienza e ricerca sono cose diverse.

Dalla rivista

Il libero arbitrio nella Silicon Valley

Nelle sue dimensioni commerciali, il mondo digitale è materialista, ma il bisogno di spiritualità non è affatto scomparso. Le nuove tecnologie e l’intelligenza artificiale possono essere una chance per la Chiesa.

Dalla rivista

Verità, gloria e gioia nell’ultimo Severino

Alla perenne ricerca della verità e delle sue aporie, il filosofo morto a gennaio non ha dato vita a un sistema chiuso, giungendo di recente a conclusioni vicine alla teologia. Senza irenismi o facili concordismi, forse va ripensata la condanna della Chiesa.

Dalla rivista

I giovani e la lettura: note controcorrente

La rivoluzione digitale ha complicato il compito dell’educatore, ma forse si tratta di una falsa impressione. Di fronte al mare informatico della rete, occorre trovare bussole efficienti, capaci di orientarci nella selva dove tutto sembra uguale.

Ultimo fascicolo

Anno: 2021 - n. 1

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

Ludwig Wittgenstein, la religiosità negata
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2021 - 1
Anno: 2021
Delimitare il “dicibile” per proteggere l’“ineffabile”: è questo il senso del Tractatus, di cui i neopositivisti hanno dato una lettura parziale. Una vena spirituale sempre presente, sin da quando, prigioniero a Cassino, leggeva il Vangelo e Dostoevskij ai detenuti.
Gratis