Rivista Vita e Pensiero Vendita online articoli e abbonamenti

VITA E PENSIERO

Rivista culturale dell'Università Cattolica del Sacro Cuore

Cosa potete leggere sugli ultimi numeri

Tre interventi sulla necessità della pace in Terra Santa e sul dialogo imprescindibile fra le religioni oggi figurano nel nuovo numero della rivista “Vita e Pensiero”, in uscita il 17 maggio. Il cardinale Pierbattista Pizzaballa, patriarca di Gerusalemme, sottolinea come per costruire la pace occorra ripartire dalle ferite, che non possono essere rimosse; il sociologo Olivier Roy sostiene che i rapporti tra le religioni vanno considerati in termini di conflitti di valori, più che di conflitti di civiltà; il filosofo Rémi Brague rileva che il ritorno della guerra ci avverte della necessità di ripensare i fondamenti filosofici e teologici delle democrazie, in Europa e non solo.

L’editoriale di Damiano Palano è dedicato alle prossime elezioni europee, mentre Beatrice Nicolini ricostruisce la storia della pirateria. In occasione del centenario della morte, Gianfranco Ravasi riesamina la teologia del grande scrittore di Franz Kafka; da parte sua, il farmacologo Silvio Garattini invoca una rivoluzione culturale capace di cambiare il paradigma dell’attuale medicina: più prevenzione, meno farmaci è il suo invito. Infine, l’attore Giovanni Scifoni racconta san Francesco come grande artista e performer.

VP Plus+ vedi tutti gli articoli »

di: Mattia Diletti

Gli Stati Uniti: una democrazia pattizia

In vista dell’elezione del Presidente degli Stati Uniti, si diffondono le stime sugli enormi costi della campagna elettorale. Una riflessione sul modello americano di finanziamento e le sue ricadute per la vita democratica.

VP Plus+

L’esodo silenzioso delle giovani donne dalla Chiesa

Le generazioni più recenti hanno visto il netto ridimensionamento della presenza femminile nel mondo ecclesiale. È l’occasione per ripensare una comunità diversa, con slancio profetico, anche a partire dai dati raccolti nella ricerca "Cero dunque credo?"

VP Plus+

I cattolici a lezione (dagli influencer)

Sembra facile, ma comunicare è faticoso, anche nell'epoca del digitale. Il mondo "cattolico" dovrebbe cercare di assimilare la lezione dei migliori comunicatori digitali, degli influencer e scegliere la semplicità.

VP Plus+

La dimensione invisibile della cura

Se i dati ci dicono che spiritualità e religione aiutano la cura, pochi tra medici e infermieri se ne occupano, anche se sono consapevoli dei benefici. È tempo di aprire un dibattito sulla questione.

Dalla rivista vedi tutti gli articoli »

di: Luigi Santucci

Apollonio, uomo e maestro, nell'amore della memoria

Il 23 maggio ricorrerà il 25° anniversario della scomparsa di Luigi Santucci. Gli rendiamo omaggio pubblicando questo ricordo (comparso nel 1986 su "Comunicazioni sociali") scritto per il suo maestro Mario Apollonio. Da leggere!

Editoriale

Palano: L’Europa e i suoi fantasmi: guardando al 9 giugno

 
Comunque andranno le prossime elezioni, il lavoro che attende il nuovo Parlamento e la nuova Commissione sarà – se possibile – ancora più complicato che in passato. Non solo per il clima di guerra, ma per i fattori che mettono a rischio libertà e democrazia.

Dall'Archivio

La visione della Chiesa in G. K. Chesterton

Il 29 maggio ricorre il 150° anniversario della nascita di G.K. Chesterton. Gli rendiamo omaggio con questo appassionato contributo (1956) di Giovanni Barra, dichiarato Venerabile da Papa Francesco nel 2023.

Dall'Archivio

La dignità dell'uomo carcerato

Quarant'anni fa pubblicavamo questa riflessione del card. Carlo Maria Martini, rivolta a tutta la Chiesa. La riproponiamo in vista della Biennale d'Arte di Venezia: il padiglione vaticano sarà ospitato presso il carcere femminile dell'isola della Giudecca.

Ultimo fascicolo

Anno: 2024 - n. 2

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

Il nuovo ruolo della religione nella crescita dei populismi
Formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2024 - 2
Anno: 2024
I rapporti tra le religioni vanno considerati in termini di conflitti di valori, più che di conflitti di civiltà. Ma ciò favorisce uno scivolamento identitario. Un incontro pare possibile puntando su azioni comuni piuttosto che su un dialogo dottrinale.
Gratis

Inserire il codice per attivare il servizio.