Il tuo browser non supporta JavaScript!

VITA E PENSIERO

Rivista culturale dell'Università Cattolica del Sacro Cuore

È dedicato alla funzione degli intellettuali in Italia uno dei dibattiti culturali contenuti nel nuovo numero di Vita e pensiero. Giuseppe Lupo ricostruisce come la stagione del disimpegno sia cominciata all'inizio degli anni 80 in coincidenza con l'acuirsi degli anni di piombo; Filippo La Porta da parte sua esamina il rapporto di alcuni intellettuali laici, fra cui Pasolini, Fortini, Manganelli e Pampaloni, con il sacro; Alfonso Berardinelli approfondisce la relazione fra intellettuali e politica. In altri due interventi il cardinale Tagle riflette su Chiesa e università mentre il sociologo Nando Pagnoncelli affronta la delicata questione dei rapporti fra credenti e politica.
Su VP PLus, il quindicinale online gratuito, Alessandro Zaccuri riflette sul legame tra letteratura e politica a partire da Dante, mentre Franco La Cecla ripercorre la storia del rosario, simbolo della pietà popolare che accomuna molte fedi.

VP Plus+ vedi tutti gli articoli »

di: Pablo d'Ors

UNO SGUARDO BREVE E AMOREVOLE ALL’OSCURITÀ

Non si può combattere il male, il buio. Si può invece amare la luce, immergersi nella Parola e nella Realtà. Solo chiedendo aiuto a chi, come noi, conosce il male ma ama il bene possiamo pensare di uscire dalle tenebre.

VP Plus+

CONTROLLARE ≠ EDUCARE

I dispositivi per il parental control segnalano sia la convinzione che i media siano potenti, sia la tentazione di una soluzione facile mediante dispositivo. Ma quanto è sicura? E soprattutto, quanto è efficace? Perché la media education è un’altra cosa.

VP Plus+

MA IL ROSARIO È ITALIANO?

Il gesto di Salvini - per non parlare del tatuaggio di Federica Pellegrini - porta un problema del rapporto tra vita e religioni: un rapporto nel quale il rosario è protagonista quasi dappertutto. Senza dimenticare, magari, che fede e religione non sono sempre la stessa cosa.

VP Plus+

POESIA E POLITICA: DANTE E GLI ALTRI

Il sommo poeta riesce a far parlare di sé anche per le sue opinioni politiche. Se non è detto che "a canzoni si fan rivoluzioni", i rapporti tra letteratura e politica sono complessi. E vale la pena parlarne.

Dalla rivista vedi tutti gli articoli »

di: Filippo La Porta

Gli intellettuali laici davanti al sacro

Una rilettura della posizione di alcuni scrittori e critici italiani della seconda metà del Novecento: da Sciascia a Pasolini, da Chiaromonte a Fortini, da Pampaloni a Manganelli. Un’apertura che denota una passione per l’uomo anche fuori dall’ortodossia.

Dalla rivista

Dove poggio la testa: io emigrante e scrittore

A trent'anni ha deciso di abbandonare Napoli e trasferirsi a Londra: lì ha trovato lavoro e ha completato il suo primo romanzo. Qui racconta cosa significa lasciare la propria patria e la propria città, come è capitato a tantissimi giovani italiani.

Dalla rivista

Guardini e Heidegger: un dialogo inespresso

Romano Guardini e Martin Heidegger si conobbero da studenti e, nonostante la frattura sul nazismo, si videro e scrissero più volte. L'articolo ricostruisce il rapporto tra questi due pensatori affini e allo stesso tempo distanti.

Eventi

Bookcity 2020: la lettura come bene comune

 
Torna a novembre l'appuntamento della città di Milano con i libri. Scopri tutti gli eventi Vita e Pensiero e gli ospiti che ci terranno compagnia in questa edizione.

Ultimo fascicolo

Anno: 2019 - n. 5

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

La Chiesa e il cambiamento delle università
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2019 - 5
Anno: 2019
Non solo la competenza, ma la trasmissione di una visione più ampia del mondo: è questo il compito che il cattolicesimo richiede agli atenei. Si tratta di umanizzare la formazione e di promuovere la cultura del dialogo. La sfida della comunicazione.
Gratis