Libri di Antonia Arslan - libri Rivista Vita e Pensiero

Antonia Arslan

Antonia Arslan
autore
Vita e Pensiero
Antonia Arslan è autrice di saggi fondamentali sulla narrativa popolare e la letteratura femminile tra Ottocento e Novecento. Ha riscoperto le proprie origini armene traducendo le opere del grande poeta Daniel Varujan. Nel 2004 ha dato voce alle memorie familiari ne La masseria delle allodole, premiato con moltissimi riconoscimenti e tradotto in 15 lingue, da cui i fratelli Taviani hanno tratto l’omonimo film.
Condividi:

Titoli dell'autore

Di armeni, di ebrei e dei loro destini intrecciati digital
Anno: 2021
Li accomuna l’imprescindibile carattere nazionale di entrambi, ma anche l’universalità: una Weltanschauung peculiare, che li ha resi unici e inafferrabili, visti con sospetto da ogni processo globalizzante. Perciò vittime di genocidi e violenze anche oggi.
€ 4,00
Il giardino segreto dell’Artsakh digital
Anno: 2019
La popolazione del Nagorno Karabakh non ha subito il trauma del genocidio del 1915 perché, come l’Armenia del Caucaso, non faceva parte dell’impero ottomano. Storia di un Paese che oggi è autonomo ma in stato di tregua armata con il confinante Azerbaigian.
€ 4,00
Armeni e curdi fra rivalità, rancore e perdono digital
Anno: 2017
Inizialmente coinvolti dai Giovani Turchi nel genocidio del 1915, a poco a poco i curdi caddero anch’essi vittima di ostracismo. Ora emerge anche il ricordo di alcuni che protessero e salvarono gli armeni da una fine sicura.
€ 4,00
Turchia-Armenia, una storia infinita digital
Anno: 2011
Il governo di Ankara non vuole riconoscere il genocidio del 1915, eppure negli ultimi anni qualcosa si è mosso nell’opinione pubblica. La cronaca recente è stata segnata da episodi contrastanti, ma la verità procede, anche se a piccoli passi.
€ 3,60
 

Ultimo fascicolo

Anno: 2022 - n. 5

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

Da Charles de Foucauld a Francesco d’Assisi
Formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2022 - 5
Anno: 2022
La grande regista autrice di film memorabili sul Poverello racconta il suo primo innamoramento verso la figura dell’ex ufficiale che scelse il deserto del Nordafrica per farsi fratello in Cristo. Il simbolo di un’altra via contro gli orrori del Novecento.
Gratis

Inserire il codice per attivare il servizio.