Libri di Cinzia Bearzot - libri Rivista Vita e Pensiero

Cinzia Bearzot

Cinzia Bearzot
autore
Vita e Pensiero
Cinzia Bearzot è professore ordinario di Storia greca e coordinatore della Scuola di dottorato in "Studi umanistici. Tradizione e contemporaneità" della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università Cattolica. È inoltre Presidente del Comitato Pari Opportunità dell'Ateneo e Presidente della Consulta universitaria per la Storia greca e romana. È membro dell'Istituto Lombardo - Accademia di Scienze e Lettere e del Comitato Istituzionale dei Garanti per la Cultura classica. Fa parte del Consiglio scientifico del Laboratoire d'Excellence "Sciences archéologiques de Bordeaux" ed è membre associé de l'Unité mixte de recherche 7044 "Archéologie et histoire ancienne: Méditerranée - Europe" (ARCHIMÈDE) - CNRS / Université de Strasbourg / Université de Haute Alsace / Ministère de la culture / INRAP. È direttore della rivista “Erga/Logoi. Rivista di storia, letteratura, diritto e culture dell’antichità” .
Cura, in collaborazione con altri colleghi del Dipartimento di Storia, archeologia e storia dell’arte, la collana "Contributi di storia antica" edita da Vita e Pensiero.
Condividi:

Titoli dell'autore

L’ombra di Roma: il confine come esclusione digital L’ombra di Roma: il confine come esclusione
Anno: 2019
Se all’interno dell’impero romano i confini erano aboliti e non c’erano barriere, verso l’esterno delimitavano il deserto: al di fuori c’erano i barbari, gli stranieri. Siamo tornati a quei tempi? Un filosofo, una storica e un geografo a confronto.
€ 4,00
Alla ricerca dei porti di Alessandro il Grande digital Alla ricerca dei porti di Alessandro il Grande
Anno: 2018
Ricerche storico-archeologiche condotte in Pakistan da un’équipe dell’Università Cattolica sul delta dell’Indo hanno evidenziato l’esistenza di una grande città. Ed è stato appurato che il sito di Banbhore non è altro che la storica città di Daybul.
€ 4,00
Chi ha paura del popolo? A proposito di demofobia digital Chi ha paura del popolo? A proposito di demofobia
Anno: 2012
Il concetto ricorre in dibattiti fra studiosi e indica una tendenza diffusa nella vita pubblica. La democrazia ha fatto il suo tempo? O nuove corporazioni, più o meno rappresentative, temono le scelte dei cittadini nelle comunità nazionali e sovranazionali?
€ 3,60
Perché studiare ancora le lingue classiche? digital Perché studiare ancora le lingue classiche?
Anno: 2010
Il mondo antico ha elaborato idee, concetti, valori e discipline alla base della civiltà occidentale, della sua cultura e del suo stile di vita. Ma un tale patrimonio, oggi emarginato nella società e nel mondo dell’istruzione, rischia di disperdersi.
€ 3,60
 

Ultimo fascicolo

Anno: 2024 - n. 2

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

Il nuovo ruolo della religione nella crescita dei populismi
Formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2024 - 2
Anno: 2024
I rapporti tra le religioni vanno considerati in termini di conflitti di valori, più che di conflitti di civiltà. Ma ciò favorisce uno scivolamento identitario. Un incontro pare possibile puntando su azioni comuni piuttosto che su un dialogo dottrinale.
Gratis

Inserire il codice per attivare il servizio.