Libri di Luigi Campiglio - libri Rivista Vita e Pensiero

Luigi Campiglio

Luigi Campiglio
autore
Vita e Pensiero

Luigi Campiglio è docente di Politica economica presso la Facoltà di Economia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Condividi:

Titoli dell'autore

Fratelli o consumatori? Un nuovo modello di sviluppo digital
Anno: 2021
L’enciclica Fratelli tutti ci richiama a una visione del bene comune basata sulla fraternità. Il sistema consumistico ci incoraggia invece ad anteporre il nostro “capriccio” a tutto il resto. Una riflessione corale volta a ripensare criticamente il sistema economico.
€ 4,00
Giovani, famiglie, poveri: il rilancio parte da qui digital
Anno: 2020
Solo l’attivazione di risorse per uno Stato Sociale efficiente, come in Germania e Francia, può riportare il Paese su un sentiero di crescita. Va scongiurato un aumento ulteriore delle disuguaglianze: la cura dei membri più fragili resta un dovere della collettività.
€ 4,00
Solo attraverso la natalità usciremo dalla stagnazione digital
Anno: 2019
Nel 1996 i giovani fra 20 e 39 anni erano 17,5 milioni e nel 2015 sono crollati a 13,3 milioni: più di 4 milioni in meno. Come rivelano i dati di un sondaggio, l’ulteriore diminuzione della natalità in questo decennio porterà a un’analoga diminuzione del Pil potenziale.
€ 4,00
Casa, figli, periferie: proposte anti-povertà digital
Anno: 2018
Un programma per contrastare le disuguaglianze in Italia dove, come in altri Paesi europei, si assiste al riemergere di una forma di neo-malthusianesimo: una diminuzione del Pil di pari passo con la natalità. Con le eccezioni di Germania e Svezia.
€ 4,00
Contro la povertà in Italia servono misure concrete digital
Anno: 2016
La politica di austerità ha richiesto un rilevante sacrificio alle famiglie con figli, in particolare a quelle giovani. Di fronte alla situazione di crisi economica in cui si trova il Paese, il complesso di proposte è ancora limitato e troppo selettivo...
€ 4,00
Sviluppo e demografia: ecco la generazione core digital
Anno: 2015
Nel linguaggio contemporaneo la popolazione di età compresa fra i 20 e i 39 anni è il simbolo di un centro vitale. Rappresenta, in altri termini, un potenziale innovativo tale da rivelarsi cruciale per la crescita e il progresso economico di un Paese.
€ 4,00
Maggiore equità sociale per ridurre la povertà digital
Anno: 2014
Distribuire in maniera equilibrata i benefici derivanti dall’aumento di produttività è la premessa indispensabile per la ripresa e la crescita di un Paese. Ma anche un modo per consentire alle famiglie bisognose di uscire dalla trappola dell’indigenza.
€ 4,00
Prosegue la crisi, cresce la disuguaglianza digital
Anno: 2011
C’è un nesso fra squilibrio economico e polarizzazione politica. Si privilegiano i redditi delle élite e si riducono quelli dei ceti medi. Ma lo sviluppo dipende da un’estensione della democrazia economica e politica, con più equità e obiettivi condivisi.
€ 3,60
Torniamo alle radici del bene comune digital
Anno: 2011
È un concetto che varia secondo le due coordinate del tempo e dell’ampiezza della comunità di riferimento, ma troppo spesso è stato l’alibi di un potere politico personale ed eccessivo. Per fondare una nuova giustizia internazionale occorre recuperarlo.
€ 3,60
Il Pil senza qualità: forse è ora di cambiare digital
Anno: 2010
Il dibattito sul Prodotto interno lordo non è nuovo, ma di recente ha ricevuto un forte impulso con la commissione voluta da Sarkozy e affidata a Stiglitz, Sen e Fitoussi. Alcuni spunti per immaginare nuovi strumenti di misurazione dello sviluppo.
€ 3,60
Il cigno nero e l’incertezza dei mercati digital
Anno: 2008
Perché certi comportamenti economici sembrano causare errori collettivi? Che cosa succede ai mercati in crisi, come nel caso dei mutui subprime? L’improbabile diffuso e la misura del rischio. L’utilità delle analisi e l’incognita delle scelte.
€ 3,60
 

Ultimo fascicolo

Anno: 2022 - n. 5

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

Da Charles de Foucauld a Francesco d’Assisi
Formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2022 - 5
Anno: 2022
La grande regista autrice di film memorabili sul Poverello racconta il suo primo innamoramento verso la figura dell’ex ufficiale che scelse il deserto del Nordafrica per farsi fratello in Cristo. Il simbolo di un’altra via contro gli orrori del Novecento.
Gratis

Inserire il codice per attivare il servizio.