Il tuo browser non supporta JavaScript!

Givone, Hadjadj: Crisi e bellezza

Crisi e bellezza
Crisi e bellezza
autori: Sergio Givone, Fabrice Hadjadj
formato: Articolo
prezzo:
Scarica
vai alla scheda »
Comincio da un’osservazione piuttosto banale, ma che tale forse non è. L’osservazione banale è che per secoli la bellezza è stata pensata in termini di armonia, di riconciliazione, di consonanza, di simmetria, di proporzione. Tutti termini che sembrano contrapporsi alla crisi, se la crisi – la crisi presa sul serio – è intesa come quello “scioglimento” e quella “dissoluzione” che hanno come esito, e addirittura come inizio, il disordine e il caos. Da questo punto di vista, bellezza e crisi sembrano contrapporsi, sembrano non aver nulla a che fare. Ma se per secoli la bellezza è stata pensata così; se è stata pensata come armonia e dunque come armonizzazione di ciò che è originariamente disarmonico o contraddittorio o comunque disordinato, insomma, se è messa in rapporto col suo contrario, evidentemente questo rapporto, che noi troppo frettolosamente tendiamo a mettere tra parentesi, invece c’è, eccome. Questo significa che bellezza e crisi – posto che la crisi sia, come effettivamente è, un momento di radicale ed effettiva rottura – non solo sono nascostamente apparentate, ma devono essere considerate insieme. Sarà pure superamento e soluzione della crisi, la bellezza.

Scarica e leggi l'articolo completo.
 

Array
(
    [codice_fiscale_obbligatorio] => 1
    [coming_soon] => 0
    [fattura_obbligatoria] => 1
    [fuori_servizio] => 0
    [homepage_genere] => 0
    [insert_partecipanti_corso] => 0
    [moderazione_commenti] => 0
    [mostra_commenti_articoli] => 0
    [mostra_commenti_libri] => 0
    [multispedizione] => 0
    [pagamento_disattivo] => 0
    [reminder_carrello] => 0
    [sconto_tipologia_utente] => carrello
)

Ultimo fascicolo

Anno: 2019 - n. 5

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

La Chiesa e il cambiamento delle università
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2019 - 5
Anno: 2019
Non solo la competenza, ma la trasmissione di una visione più ampia del mondo: è questo il compito che il cattolicesimo richiede agli atenei. Si tratta di umanizzare la formazione e di promuovere la cultura del dialogo. La sfida della comunicazione.
Scarica