Monica Maggioni: In difesa delle terre di confine. La sfida del Mediterraneo

Monica Maggioni: In difesa delle terre di confine

17.03.2016
In difesa delle terre di confine: la sfida del Mediterraneo
In difesa delle terre di confine: la sfida del Mediterraneo
autori: Monica Maggioni
formato: Articolo
prezzo:
vai alla scheda »
Chi arriva a Tirana trova una città in marcia, piena di energia. Eppure, per rispondere alle speranze di donne e uomini giovani che inaugurano l’anno accademico e preparano il futuro di questo Paese, è necessario cominciare il racconto con un’immagine che appartiene al passato, e al cuore della letteratura albanese.
C’è una città sotto assedio. Una fortezza antica che resiste grazie a una fonte d’acqua segreta. Ma questa fonte d’acqua è in pericolo e il nemico, con uno stratagemma, si prepara a prosciugare la fonte e conquistare la città. È facile riconoscere le parole di un vostro – e nostro – romanziere, Ismail Kadaré. 
Non importano il nome o il luogo; questa città può essere in molti luoghi – da New York a Parigi, da Kos fino a Mosul; l’immagine dell’assedio invece, oggi è più che mai vera.
Sono innumerevoli i valori sotto assedio. Ma il primo tra tutti è la convivenza tra le persone. La capacità di mettere in comune le ricchezze e le differenze tra popoli, gruppi sociali e religiosi. Quando questa capacità va in crisi, la sicurezza della nostra quotidianità è a rischio.
Ci sono un prima e un dopo nella storia contemporanea della coabitazione tra popoli e religioni. E lo spartiacque è la distruzione delle Torri Gemelle, le fortezze dell’economia occidentale. Nel 2015 vengono colpiti i redattori di una rivista satirica, a Parigi, e con loro la libertà di espressione su cui si fonda la nostra cultura. Poi, sempre a Parigi, i terroristi fanno strage tra i figli dell’Europa e del mondo: i giovani uccisi al Bataclan sono studenti, universitari, ricercatori, provengono da Paesi e culture diverse, appartengono a religioni diverse. Uccidendo loro, i terroristi colpiscono gli uomini e le donne che mescolano le idee e le culture, che parlano la lingua del dialogo e del confronto; fermando queste voci pensano – per tornare all’immagine di Kadarè – di prosciugare la sorgente che mantiene in vita la comunità.
Questa comunità è la fortezza sotto assedio. Non è un castello chiuso e arroccato dentro la propria identità: è al contrario la piazza degli scambi, dove il viaggiatore è benvenuto, dove ogni cittadino ha il diritto di portare liberamente le proprie merci, e i propri costumi, le lingue e le religioni.

Scarica e leggi l'articolo completo.

Monica Maggioni, giornalista, ha lavorato per molti anni al Tg1. Dal 10 gennaio 2013 ha diretto Rainews24 e Televideo (ad interim) fino al 14 giugno 2013, per poi continuare a dirigere la redazione unificata nata dalla fusione delle due testate. Successivamente, dal 1º dicembre 2013 fi no all’8 agosto 2015, ha assunto la responsabilità della struttura Rai News. Dal 5 agosto 2015 è presidente della Rai. Questo testo è la prolusione letta il 1° dicembre 2015 in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università Cattolica Nostra Signora del Buon Consiglio di Tirana.


 

Array
(
    [codice_fiscale_obbligatorio] => 1
    [coming_soon] => 0
    [disabilita_inserimento_ordini_backend] => 0
    [fattura_obbligatoria] => 1
    [fuori_servizio] => 0
    [homepage_genere] => 0
    [insert_partecipanti_corso] => 0
    [moderazione_commenti] => 0
    [mostra_commenti_articoli] => 0
    [mostra_commenti_libri] => 0
    [multispedizione] => 0
    [pagamento_disattivo] => 0
    [reminder_carrello] => 0
    [sconto_tipologia_utente] => carrello
)

Ultimo fascicolo

Anno: 2022 - n. 4

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

La leggerezza di Calvino e la guerra dello schwa
Formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2022 - 4
Anno: 2022
Anche il linguaggio sta subendo la legge del politicamente corretto. Un processo che trova il suo impianto teoretico nelle Lezioni americane. Come nella cancel culture, per salvaguardare le minoranze in nome dell’inclusività si ripropongono nuove intolleranze.
Gratis

Inserire il codice per attivare il servizio.