Il tuo browser non supporta JavaScript!

Dunne: Scrivere come vivere: in bilico fra diverse identità

14.07.2016
La mia personale esperienza come autrice e come responsabile di corsi di Scrittura creativa mi insegna che la maggior parte degli scrittori, fra cui mi annovero, si interessa a problematiche articolate, di non semplice o esaustiva classificazione o soluzione: attraverso la scrittura che, in questo senso, ha una funzione quasi catartica, si prova a mettere in ordine quel caos che può dominare la nostra vita, la nostra esperienza di individui. Potrei affermare che si tratta di un’inclinazione personale, con cui si nasce, non penso che possa essere acquisita o insegnata. Intendo dire che ogni scrittore, per sua natura, sia in grado di osservare, capire e, a suo modo, spiegare la realtà con un’intensità che gli altri forse non hanno. Pertanto, più sono complessi i temi con cui si sceglie di confrontarsi, più utili essi risulteranno ai fini del processo creativo di scrittura, il quale si trasforma quasi in un atto di psicologizzazione, per chi scrive e per chi legge, consentendo di riflettere su di sé, di darsi delle risposte, di trovare delle soluzioni. Quando scrivo, penso ai lettori: non amo che la mia letteratura, e la letteratura in generale, venga etichettata come espressione di qualche forma di “-ismo”, come “femminista” o “socialista”, ad esempio. Per me ciò che conta è scrivere storie, creandole: non mi interessa che le mie storie generino o rispondano a polemiche socio-culturali; mi interessa innanzitutto, scrivere per me stessa, e questa è un’attitudine che ho riscontrato in molti altri scrittori che conosco.

Scarica e leggi l'articolo: http://rivista.vitaepensiero.it/scheda-articolo_digital/catherine-dunne/scrivere-come-vivere-in-bilico-fra-diverse-identita-888888_2016_0003_0132-333906.html

 
Scrivere come vivere: in bilico fra diverse identità digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2016 - 3
Anno: 2016
Ogni testo è sempre il risultato di un “processo” che si fonda sul motivo del displacement o estraniamento. Un percorso che si identifica con quell’essere alla ricerca di una nuova vita e lungo il quale lo scrittore si interroga, elabora, cancella, ridefinisce.
€ 4,00


Array
(
    [codice_fiscale_obbligatorio] => 1
    [coming_soon] => 0
    [fattura_obbligatoria] => 1
    [fuori_servizio] => 0
    [homepage_genere] => 0
    [insert_partecipanti_corso] => 0
    [moderazione_commenti] => 0
    [mostra_commenti_articoli] => 0
    [mostra_commenti_libri] => 0
    [multispedizione] => 0
    [pagamento_disattivo] => 0
    [reminder_carrello] => 0
    [sconto_tipologia_utente] => carrello
)

Ultimo fascicolo

Anno: 2020 - n. 4

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

Dante, l’infinito goccia a goccia
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2020 - 4
Anno: 2020
Fu il poeta del sacro ma non dell’astrazione, piuttosto della precisione, capace di esprimere un’unità semplice: tutto il cammino della Commedia riunisce e unifi ca. Compreso l’amore del creato, come intuì il visionario del deserto Charles de Foucauld.
Gratis