Il tuo browser non supporta JavaScript!

News

È vero che gli italiani non leggono? E perché?
14.12.2019

Dec

14

Nel 1949 l'autore di questo pezzo si chiedeva: leggono gli italiani? Il dibattito gli sembrava già vecchio allora. E, se alcuni accenti ricordano il duro scontro nella cultura italiana tra cattolici e comunisti (basta pensare a Peppone e Don Camillo), altri sono di sorprendente attualità. Davvero il rapporto tra gli italiani e la lettura è cambiato così poco?

scritto da Mario Fontana
Continua >
CONTROLLARE ≠ EDUCARE
30.11.2019

Nov

30

I dispositivi per il parental control segnalano sia la convinzione che i media siano potenti, sia la tentazione di una soluzione facile mediante dispositivo. Ma quanto è sicura? E soprattutto, quanto è efficace? Perché la media education è un’altra cosa.

Continua >
UNO SGUARDO BREVE E AMOREVOLE ALL’OSCURITÀ
30.11.2019

Nov

30

Non si può combattere il male, il buio. Si può invece amare la luce, immergersi nella Parola e nella Realtà. Solo chiedendo aiuto a chi, come noi, conosce il male ma ama il bene possiamo pensare di uscire dalle tenebre.

scritto da Pablo d'Ors
Continua >
Gli intellettuali laici davanti al sacro
18.11.2019

Nov

18

Una rilettura della posizione di alcuni scrittori e critici italiani della seconda metà del Novecento: da Sciascia a Pasolini, da Chiaromonte a Fortini, da Pampaloni a Manganelli. Un’apertura che denota una passione per l’uomo anche fuori dall’ortodossia.

scritto da Filippo La Porta
Continua >
POESIA E POLITICA: DANTE E GLI ALTRI
16.11.2019

Nov

16

Il sommo poeta riesce a far parlare di sé anche per le sue opinioni politiche. Se non è detto che "a canzoni si fan rivoluzioni", i rapporti tra letteratura e politica sono complessi. E vale la pena parlarne.

scritto da Alessandro Zaccuri
Continua >
MA IL ROSARIO È ITALIANO?
16.11.2019

Nov

16

Il gesto di Salvini - per non parlare del tatuaggio di Federica Pellegrini - porta un problema del rapporto tra vita e religioni: un rapporto nel quale il rosario è protagonista quasi dappertutto. Senza dimenticare, magari, che fede e religione non sono sempre la stessa cosa.

scritto da Franco La Cecla
Continua >
PRIMUM VIVERE. E IL MORIRE?
02.11.2019

Nov

2

Una cultura feticistica della vita punta a sovvertire l’immagine dell’uomo come definita dal limite, dalla morte. Con buona pace della nostra complessa tradizione che, sia per i cristiani sia per i laici, ha sempre visto nel “morire bene” la degna chiusura dell’esistenza.

scritto da Luciano Manicardi
Continua >
La Turchia e il genocidio armeno
02.11.2019

Nov

2

L’attacco verso i curdi non è il solo esempio di un atteggiamento a più riprese ostile verso le minoranze. Il genocidio armeno è stata un'altra vicenda assai dolorosa, la cui negazione è oggi motivo di sofferenza per i vivi.

scritto da Tiziana Della Rocca
Continua >
Dove poggio la testa: io emigrante e scrittore
21.10.2019

Oct

21

A trent'anni ha deciso di abbandonare Napoli e trasferirsi a Londra: lì ha trovato lavoro e ha completato il suo primo romanzo. Qui racconta cosa significa lasciare la propria patria e la propria città, come è capitato a tantissimi giovani italiani.

scritto da Alessio Forgione
Continua >
CHI DIFENDE I CURDI?
19.10.2019

Oct

19

L'intervento militare voluto da Erdogan riapre il conflitto con il popolo curdo. Non è certo una novità, fa notare Redaelli, come purtroppo non lo è la difficoltà di altri attori internazionali a frenare questo attacco.

scritto da Riccardo Redaelli
Continua >

Ultimo fascicolo

Anno: 2020 - n. 4

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

Dante, l’infinito goccia a goccia
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2020 - 4
Anno: 2020
Fu il poeta del sacro ma non dell’astrazione, piuttosto della precisione, capace di esprimere un’unità semplice: tutto il cammino della Commedia riunisce e unifi ca. Compreso l’amore del creato, come intuì il visionario del deserto Charles de Foucauld.
Gratis