La necessità di una buona informazione sui libri

La necessità di una buona informazione sui libri

01.01.1970

di Edoardo Barbieri

Il saggio pubblicato da Paola Di Giampaolo su VP Plus del 7 marzo 2020 (Libreria addio, tra amazon e coronavirus?), che ha suscitato un interessante e utile dibattito, permette di riflettere in modo pacato sul tema della crisi delle librerie, da un lato inserendo il problema nel quadro più complesso della situazione della lettura in Italia, dall’altro calandolo nella più stringente attualità.

Anche se sulle singole affermazioni si può anche dissentire o pensarla in maniera diversa o più sfumata (il problema della “invasività” di una multinazionale come Amazon è un tema grave; così come l’esistenza e la possibilità di scegliere tra diverse realtà di rivenditori on line italiani; la responsabilità dell’editore che non si traduce solo nella moltiplicazione all’infinito dei libri pubblicati, ma nella necessità di scegliere – secondo tutta a gamma di tipologie editoriali e di lettori – ciò che vale la pena pubblicare), o se ci sono anche altri punti qui solo accennati (la vendita del libro usato, il rapporto tra cartaceo e digitale), o che potrebbero essere sviluppati (il prezzo dei libri che mi pare stia calando; funzione e ruolo delle biblioteche di pubblica lettura; la crescita di nuove realtà editoriali), c’è un punto centrale del discorso che mi pare utile sottolineare.

La necessità di un’informazione ben fatta sulla produzione editoriale. Anche chi tenta di tenersi informato (magari leggendo sistematicamente il Domenicale o Alias, Tuttolibri o La Lettura, Agorà o Robinson) spesso si trova un po’ disorientato di fronte a prodotti editoriali, magari di nicchia (quelli insomma che NON CI SONO NEGLI AUTOGRILL), ma di grande interesse culturale: traduzioni di autori importanti anche se non di moda, saggi su argomenti scomodi, monografie di tipo scientifico o universitario. Il tema della corretta informazione circa ciò che viene pubblicato si intreccia con quello di una più sfumata distinzione dei ruoli tra i diversi marchi editoriali (talvolta entrati a far parte di gruppi dall’identità complessa), cosicché è sempre più indispensabile che le notizie e le recensioni (possibilmente autorevoli) su quanto pubblicato siano facilmente accessibili, anche sul web. La metadatazione (per il corretto reperimento e individuazione delle pubblicazioni) e l’informazione editoriale procedono in parallelo e sono lo strumento principe per la commercializzazione del libro (sia nelle librerie tradizionali, di catena o on line), perché interagiscono col tema centrale della connessione del libro col suo lettore.

Edoardo Barbieri

Edoardo Barbieri è professore ordinario di Storia del libro presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, dove dirige anche il Master in Professione Editoria.

Guarda tutti gli articoli scritti da Edoardo Barbieri
 

Array
(
    [acquista_oltre_giacenza] => 1
    [codice_fiscale_obbligatorio] => 1
    [coming_soon] => 0
    [disabilita_inserimento_ordini_backend] => 0
    [fattura_obbligatoria] => 1
    [fuori_servizio] => 0
    [has_login] => 1
    [has_messaggi_ordine] => 1
    [has_registrazione] => 1
    [homepage_genere] => 0
    [insert_partecipanti_corso] => 0
    [is_ordine_modificabile] => 1
    [moderazione_commenti] => 0
    [mostra_commenti_articoli] => 0
    [mostra_commenti_libri] => 0
    [multispedizione] => 0
    [pagamento_disattivo] => 0
    [reminder_carrello] => 0
    [sconto_tipologia_utente] => carrello
    [seleziona_metodo_pagamento] => 1
    [seleziona_metodo_spedizione] => 1
)

Ultimo fascicolo

Anno: 2024 - n. 2

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

Il nuovo ruolo della religione nella crescita dei populismi
Formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2024 - 2
Anno: 2024
I rapporti tra le religioni vanno considerati in termini di conflitti di valori, più che di conflitti di civiltà. Ma ciò favorisce uno scivolamento identitario. Un incontro pare possibile puntando su azioni comuni piuttosto che su un dialogo dottrinale.
Gratis

Inserire il codice per attivare il servizio.