La realtà d'oggi? Un oratorio, ma senza la Messa - Alessandro Zaccuri - Vita e Pensiero - Articolo Rivista Vita e Pensiero

La realtà d'oggi? Un oratorio, ma senza la Messa

digital La realtà d'oggi? Un oratorio, ma senza la Messa
Articolo
rivista VITA E PENSIERO
fascicolo VITA E PENSIERO - 2014 - 4
titolo La realtà d'oggi? Un oratorio, ma senza la Messa
Autore
Editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 09-2014
issn 0042-725X (stampa) | 2785-1125 (digitale)
€ 4,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Dagli anni Ottanta la società italiana coltiva una coazione allo svago immotivato e asseconda con inerzia crescente i processi di dissoluzione delle relazioni. E se ci riappropriassimo di una tradizione, educativa e comunitaria, che ci contraddistingue?

La Messa al mattino, il cinema di pomeriggio. Una volta gli oratori funzionavano così, nel senso che, se volevi entrare al cinema, prima dovevi andare a Messa. Oggi sembrerà poco democratico, ma i vecchi parrocchiani di Bozzolo, giù nel Mantovano, ricordano bene che negli anni Cinquanta perfino don Primo Mazzolari, tromba dello Spirito Santo e antesignano del Concilio Vaticano II, applicava la regola alla lettera, non contemplando sconti né eccezioni. La Messa, il Rosario, la preghiera del mattino e la benedizione della sera sono la struttura portante dell’educazione oratoriana. Tutto il resto si fa, ed è importante che si faccia, perché l’elemento religioso provvede a darne senso e ragione. Senza la preghiera non ci sarebbe l’oratorio. Qualcosa però ci sarebbe ed è, a ben vedere, la porzione più rilevante dell’immenso parco-giochi occidentale, una società ormai assuefatta all’idea di essere più surreale che sur-moderna, più posticcia che post-qualcosa.


Ultimo fascicolo

Anno: 2022 - n. 2

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

Fratelli tutti nell’ombra dell’Antropocene
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2022 - 2
Anno: 2022
La nostra Terra è in pericolo: una prosperità frugale dovrebbe essere all’ordine del giorno, combinando un’economia di risparmio delle risorse con stili di vita differenti in tutto il mondo. Un compito per la cui realizzazione ci vorrà una buona parte del secolo.
Gratis