Il tuo browser non supporta JavaScript!

“Umanistico” e “scientifico” ai tempi delle neuroscienze

digital “Umanistico” e “scientifico” ai tempi delle neuroscienze
Articolo
rivista VITA E PENSIERO
fascicolo VITA E PENSIERO - 2020 - 2
titolo “Umanistico” e “scientifico” ai tempi delle neuroscienze
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 05-2020
issn 0042-725X (stampa)
€ 4,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

La tradizionale separazione tra le “due culture” ha provocato una competizione inutile e controproducente e non è per niente giustificata in termini razionali. I nuovi studi sul linguaggio e sul cervello ci spiegano perché. Verso una nuova forma del sapere.

Biografia dell'autore

Andrea Moro è professore di linguistica generale alla Scuola universitaria superiore Iuss di Pavia. Studia neurolinguistica e teoria della sintassi delle lingue umane. Dottore di ricerca, borsista Fulbright, diplomato all’Università di Ginevra, è stato varie volte visiting scientist al Mit e a Harvard. Tra i suoi libri divulgativi in italiano: I confini di Babele (2006), Breve storia del verbo “essere” (2010), Parlo dunque sono (2012), Le lingue impossibili (2017), La razza e la lingua (2019) e il romanzo Il segreto di Pietramala (2018).

Ultimo fascicolo

Anno: 2021 - n. 1

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

Ludwig Wittgenstein, la religiosità negata
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2021 - 1
Anno: 2021
Delimitare il “dicibile” per proteggere l’“ineffabile”: è questo il senso del Tractatus, di cui i neopositivisti hanno dato una lettura parziale. Una vena spirituale sempre presente, sin da quando, prigioniero a Cassino, leggeva il Vangelo e Dostoevskij ai detenuti.
Gratis