Il tuo browser non supporta JavaScript!

La filosofia di Karol Wojtyła

digital La filosofia di Karol Wojtyła
Articolo
rivista VITA E PENSIERO
fascicolo VITA E PENSIERO - 2014 - 6
titolo La filosofia di Karol Wojtyła
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 01-2015
issn 0042-725X (stampa)
€ 4,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Originariamente comparso su «Vita e Pensiero», nel fascicolo dell’aprile 1980, riproponiamo qui un testo del celebre filosofo francese. Leggiamo nelle righe redazionali introduttive delle pagine dell’epoca: «È trascorso un anno dalla prima enciclica di Giovanni Paolo II. Ancora molto resta da fare per conoscere le radici filosofi che, culturali della formazione di Karol Wojtyła, la sua duplice appartenenza alla filosofia classica e alla più recente vicenda fenomenologica. Tale duplice appartenenza è decisiva in particolare nello sforzo che Wojtyła filosofo ha posto per la rigenerazione dell’etica. Un’etica non è, a suo avviso, formulabile quando viene meno il fondamento dell’obbligazione morale. E questo fondamento vacilla quando non si ha una consistenza interiore del proprio essere. In effetti la filosofia contemporanea ha ridotto l’essere alla serie delle sue apparizioni. Karol Wojtyła ritiene invece che si debba fondare l’obbligazione morale sull’essere stesso delle persone. E fa ricorso alla fenomenologia, in particolare quella di Max Scheler, per ridare all’etica la necessaria radice nell’essere. È in questo contesto che si colloca l’intervento, certo arduo ma rigoroso, di Emmanuel Lévinas, uno dei più illustri esponenti della scuola fenomenologica, che ha messo a disposizione il testo del suo intervento al colloquio su La filosofia di Giovanni Paolo II tenutosi a Parigi il 19 febbraio 1980 per iniziativa dell’Associazione degli scrittori cattolici francesi».

Ultimo fascicolo

Anno: 2019 - n. 5

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

La Chiesa e il cambiamento delle università
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2019 - 5
Anno: 2019
Non solo la competenza, ma la trasmissione di una visione più ampia del mondo: è questo il compito che il cattolicesimo richiede agli atenei. Si tratta di umanizzare la formazione e di promuovere la cultura del dialogo. La sfida della comunicazione.
Gratis