Il tuo browser non supporta JavaScript!

Ma il cinema italiano dimentica la diversità

digital Ma il cinema italiano dimentica la diversità
Articolo
rivista VITA E PENSIERO
fascicolo VITA E PENSIERO - 2005 - 6
titolo Ma il cinema italiano dimentica la diversità
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 11-2005
issn 0042-725X (stampa)
€ 3,60

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Marginali, vagabondi, handicappati: da Rossellini ad Amelio sono ben pochi i casi in cui i registi italiani hanno affrontato queste situazioni. Il più coraggioso è stato Fellini, con le sue figure di “poveri di spirito” toccati dalla Grazia.

Ultimo fascicolo

Anno: 2020 - n. 3

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

Raffaello in letteratura? Primattrice la Fornarina
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2020 - 3
Anno: 2020
La fortuna del grande artista del Rinascimento nella narrativa italiana è dovuta assai spesso al legame con la sua amata. A 500 anni dalla morte, un’analisi delle opere dedicate all’Urbinate, con buona e cattiva fortuna. Fra misteri e gialli ancora irrisolti.
Gratis