Il tuo browser non supporta JavaScript!

Filosofia e religioni sfidano la globalizzazione

digital Filosofia e religioni sfidano la globalizzazione
Articolo
rivista VITA E PENSIERO
fascicolo VITA E PENSIERO - 2016 - 2
titolo Filosofia e religioni sfidano la globalizzazione
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 05-2016
issn 0042-725X (stampa)
€ 4,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Il grande intellettuale tedesco analizza il ruolo del pensiero e delle fedi rispetto al potere dominante del sistema finanziario: è il compito della demistificazione. Le nostre democrazie capitaliste sempre più ridotte a democrazie di facciata.

Biografia dell'autore

Jürgen Habermas (1929) è un filosofo, storico e sociologo tedesco. I suoi studi si pongono nel solco della Scuola di Francoforte. Nella sua opera ha affrontato tutti i temi del pensiero, dalla critica alla comunicazione, dallo spazio pubblico alla democrazia, dal ruolo degli intellettuali nella società post-moderna al rapporto tra filosofia, scienza e religione. Questa intervista, pubblicata dalla rivista «Esprit» (nel numero di agosto/settembre 2015), tocca diverse questioni legate al futuro della filosofi a oggi.
Articoli che parlano di Filosofia e religioni sfidano la globalizzazione:
Habermas: Heidegger nazi, Quaderni neri non novità   (Discussioni)
"Trovo perfettamente assurdo che i Quaderni Neri siano trattati come un elemento nuovo, e che certi colleghi tentino di sublimare dal punto di vista della storia dell’essere l’antisemitismo di Heidegger e tutto il resto del suo indicibile e sordo risentimento": così il filosofo tedesco Jürgen Habermas in un’intervista che compare sul nuovo numero di “Vita e pensiero” a proposito del suo rapporto con Heidegger e sul coinvolgimento dell’autore di "Essere e Tempo" col regime nazista.

Ultimo fascicolo

Anno: 2020 - n. 6

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

Analfabetismo religioso: è dramma in libreria
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2020 - 6
Anno: 2020
Perché, come ha denunciato il Papa, il libro religioso è ridotto alla marginalità, com’è evidente visitando gli scaffali delle librerie di una città italiana? Troppi testi devozionali e moraleggianti e il settore vende sempre meno. Cinque voci a confronto per uscire dal tunnel.
Gratis