La religione delle vittime, una prova per la Chiesa - Lucetta Scaraffia - Vita e Pensiero - Articolo Rivista Vita e Pensiero

La religione delle vittime, una prova per la Chiesa

digital La religione delle vittime, una prova per la Chiesa
Articolo
rivista VITA E PENSIERO
fascicolo VITA E PENSIERO - 2019 - 2
titolo La religione delle vittime, una prova per la Chiesa
Autore
Editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 05-2019
issn 0042-725X (stampa) | 2785-1125 (digitale)
€ 4,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Un cambiamento della sensibilità collettiva ha portato alla nascita di una nuova categoria, le vittime. Un’acquisizione recente dovuta alla Shoah, ma pure alla rivoluzione sessuale. Le implicazioni per il cristianesimo, anche a causa degli abusi commessi.

Biografia dell'autore

Lucetta Scaraffia, storica e giornalista, ha insegnato Storia contemporanea presso l’Università “La Sapienza” di Roma. È editorialista de «L’Osservatore Romano», di cui ha fondato e dirige l’inserto mensile «Donne chiesa mondo», e collabora con varie testate. Si è specializzata in storia delle donne, con particolare attenzione alla religiosità femminile e ai rapporti fra la società occidentale e l’islam. Con Vita e Pensiero ha pubblicato La santa degli impossibili. Rita da Cascia tra devozione e arte contemporanea (2014), Donne, chiesa, teologia (2015, a cura di) e Francesco, il papa americano (2017, con Silvina Pérez).

Ultimo fascicolo

Anno: 2021 - n. 4

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

Viaggio alle radici del nuovo odio dei classici
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2021 - 4
Anno: 2021
Il processo alle discipline umanistiche in voga in Occidente, soprattutto negli Usa, riapre la riflessione sulla storia del classicismo come modello culturale. Un’eredità da salvaguardare, che ha visto intrecciarsi positivamente culture e religioni differenti.
Gratis

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento