Quei versi che hanno immortalato lo straniero - Roberto Mussapi - Vita e Pensiero - Articolo Rivista Vita e Pensiero

Quei versi che hanno immortalato lo straniero

digital Quei versi che hanno immortalato lo straniero
Articolo
rivista VITA E PENSIERO
fascicolo VITA E PENSIERO - 2016 - 4
titolo Quei versi che hanno immortalato lo straniero
Autore
Editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 09-2016
issn 0042-725X (stampa) | 2785-1125 (digitale)
€ 4,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

La poesia occidentale nasce nel mito dell’esilio: l’hanno cantato Virgilio ma anche Baudelaire, Foscolo e, per avvicinarci alla nostra epoca, Beckett e Brodskij, Soyinka e Walcott. Un intreccio letterario e antropologico dalla ricchezza straordinaria.

Biografia dell'autore

Roberto Mussapi, nato a Cuneo nel 1952, vive a Milano, dove si è trasferito dopo la laurea. Poeta e drammaturgo, è anche autore di saggi e opere narrative, e ha all’attivo una vasta opera di traduttore e curatore di autori classici e contemporanei. È editorialista e critico teatrale del quotidiano «Avvenire». Nel 2014 è stato pubblicato il volume Le poesie che raccoglie gran parte della produzione poetica ultraventennale, con saggio introduttivo di Yves Bonnefoy.

Ultimo fascicolo

Anno: 2022 - n. 3

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

Ma le nuove generazioni vogliono uscire dal biancore
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2022 - 3
Anno: 2022
A partire dal XXI secolo viviamo nella “società degli shock”. Gli ultimi sono stati il Covid e la guerra in Ucraina. Di qui la sensazione di impossibilità a cambiare il mondo, soprattutto nei giovani. Ma proprio da loro arrivano segnali positivi tutti da valorizzare.
Gratis