News scritte da Luca Peyron

News scritte da Luca Peyron

Luca Peyron

Luca Peyron (Torino, 1973), presbitero diocesano è direttore della Pastorale Universitaria di Torino e regionale. Laureato in Giurisprudenza presso l’Università degli studi di Torino ha conseguito l’abilitazione come consulente in proprietà industriale. Ha svolto la propria attività professionale come mandatario Italiano e mandatario Europeo presso l’Ufficio per l’Armonizzazione del Mercato Interno dell’Unione Europea. Ha collaborato con l’Associazione Internazionale per la Protezione della Proprietà Intellettuale (AIPPI) e la cattedra di Diritto Industriale dell’Università degli Studi di Torino in particolare rispetto al rapporto tra diritto ed Internet. Entra in seminario nel 2001. Ha conseguito il baccellierato in Teologia presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale e la licenza in Teologia Pastorale presso l’Università Pontificia Salesiana. E' membro dell'Associazione Teologica Italiana per lo Studio della Moraleed Insegna Teologia dell’Educazione presso IUSTO (Torino), Spiritualità dell'Innovazione presso l'Università degli Studi di Torino, sociologia dell'innovazione presso l'Università Europea di Roma e Teologia presso la Facoltà di Economia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore (Milano).

La macchina in cattedra
01.07.2023

Jul

1

Di fronte alle nuove tecnologie è bene guardare al processo di crescita e maturazione della persona umana. Occorre educare "la giovane tecnologia a diventare adulta più che tecnologicamente matura".

Continua >
Buono e bello, se fosse anche vero?
10.09.2022

Sep

10

Lo sviluppo dell’intelligenza artificiale rappresenta uno dei principali traguardi della ricerca contemporanea. Dovrebbe tenere conto anche di quegli aspetti – buono, bello, vero – che permettono all’uomo di superare se stesso.

Continua >

Ultimo fascicolo

Anno: 2024 - n. 2

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

Il nuovo ruolo della religione nella crescita dei populismi
Formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2024 - 2
Anno: 2024
I rapporti tra le religioni vanno considerati in termini di conflitti di valori, più che di conflitti di civiltà. Ma ciò favorisce uno scivolamento identitario. Un incontro pare possibile puntando su azioni comuni piuttosto che su un dialogo dottrinale.
Gratis

Inserire il codice per attivare il servizio.