Il '68, effetto più che causa del cambiamento - Silvano Petrosino - Vita e Pensiero - Articolo Rivista Vita e Pensiero

Il '68, effetto più che causa del cambiamento

digital Il '68, effetto più che causa del cambiamento
Articolo
rivista VITA E PENSIERO
fascicolo VITA E PENSIERO - 2018 - 4
titolo Il '68, effetto più che causa del cambiamento
Autore
Editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 09-2018
issn 0042-725X (stampa) | 2785-1125 (digitale)
€ 4,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Uno dei tratti della contestazione fu la severa critica del consumismo e della società capitalistica. Eppure, dopo cinquant’anni si può dire che essa rappresentò in realtà l’affermarsi della società del consumo. Un’analisi controcorrente.

Biografia dell'autore

Silvano Petrosino insegna Teorie della comunicazione e Antropologia religiosa e media presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore. Tra le sue pubblicazioni più recenti: L’idolo. Teoria di una tentazione. Dalla  Bibbia a Lacan (2015), Il magnifico segno. Comunicazione, esperienza, narrazione (2015), Emmanuel Lévinas. Le due sapienze (2017) e, per l’Editrice Vita e Pensiero, Ripensare il quotidiano (2012), Elogio dell’uomo economico (2013), Pane e Spirito (2015), Contro la cultura. La letteratura per fortuna (2017).
Articoli che parlano di Il '68, effetto più che causa del cambiamento:
Il '68, effetto più che causa del cambiamento   (Polemiche culturali)
La contestazione criticò fortemente consumismo e società capitalistica. Eppure, dopo cinquant’anni si può dire che essa rappresentò in realtà l’affermarsi della società del consumo. Un’analisi controcorrente firmata da Silvano Petrosino

Ultimo fascicolo

Anno: 2022 - n. 3

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

Ma le nuove generazioni vogliono uscire dal biancore
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2022 - 3
Anno: 2022
A partire dal XXI secolo viviamo nella “società degli shock”. Gli ultimi sono stati il Covid e la guerra in Ucraina. Di qui la sensazione di impossibilità a cambiare il mondo, soprattutto nei giovani. Ma proprio da loro arrivano segnali positivi tutti da valorizzare.
Gratis