Ripartire da don Sturzo: cattolici e politica ieri e oggi - Francesco Bonini, Salvatore Martinez, Lorenzo Ornaghi - Vita e Pensiero - Articolo Rivista Vita e Pensiero

Ripartire da don Sturzo: cattolici e politica ieri e oggi

digital Ripartire da don Sturzo: cattolici e politica ieri e oggi
Articolo
rivista VITA E PENSIERO
fascicolo VITA E PENSIERO - 2018 - 6
titolo Ripartire da don Sturzo: cattolici e politica ieri e oggi
Autori , ,
Editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 01-2019
issn 0042-725X (stampa) | 2785-1125 (digitale)
€ 4,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

A cent’anni dalla nascita del Partito Popolare e dall’appello di Caltagirone, un esame di coscienza sull’impasse che vive l’impegno politico dei cattolici italiani. Tre interventi per imparare dalla lezione del passato e immaginare un nuovo futuro.

Quarta di copertina

Francesco Bonini rettore della Lumsa; Salvatore Martinez presidente nazionale di Rinnovamento nello Spirito; Lorenzo Ornaghi presidente del Comitato scientifico della Fondazione De Gasperi
Articoli che parlano di Ripartire da don Sturzo: cattolici e politica ieri e oggi:
Ripartire da don Sturzo: cattolici e politica   (La questione)
A cent’anni dalla nascita del Partito Popolare e dall’appello di Caltagirone, un esame di coscienza sull’impasse che vive l’impegno politico dei cattolici italiani. Tre interventi per imparare dalla lezione del passato e immaginare un nuovo futuro.
Francesco Bonini rettore della Lumsa; Salvatore Martinez presidente nazionale di Rinnovamento nello Spirito; Lorenzo Ornaghi presidente del Comitato scientifico della Fondazione De Gasperi

Ultimo fascicolo

Anno: 2022 - n. 3

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

Ma le nuove generazioni vogliono uscire dal biancore
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2022 - 3
Anno: 2022
A partire dal XXI secolo viviamo nella “società degli shock”. Gli ultimi sono stati il Covid e la guerra in Ucraina. Di qui la sensazione di impossibilità a cambiare il mondo, soprattutto nei giovani. Ma proprio da loro arrivano segnali positivi tutti da valorizzare.
Gratis