Tra computer, tablet e libri. I giovani e la lettura - Giuliano Vigini - Vita e Pensiero - Articolo Rivista Vita e Pensiero

Tra computer, tablet e libri. I giovani e la lettura

digital Tra computer, tablet e libri. I giovani e la lettura
Articolo
rivista VITA E PENSIERO
fascicolo VITA E PENSIERO - 2016 - 2
titolo Tra computer, tablet e libri. I giovani e la lettura
Autore
Editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 05-2016
issn 0042-725X (stampa) | 2785-1125 (digitale)
€ 4,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Le nuove tecnologie hanno dilatato interessi e curiosità delle nuove generazioni, ma hanno anche modificato i loro comportamenti di lettura e l’acquisto dei volumi. In questo senso la tendenza si conferma negativa. Forse non siamo “nati per leggere”?

Biografia dell'autore

Giuliano Vigini, saggista e consulente editoriale, esperto di editoria e mercato del libro, è autore di oltre 200 pubblicazioni in volume, tra cui molte opere sulla Bibbia e su sant’Agostino. È membro di vari premi e comitati editoriali. Collabora con il «Corriere della Sera» e «Avvenire». Con Vita e Pensiero sta pubblicando la trilogia Il libro cristiano nella storia della cultura, di cui è uscito nel 2015 il Volume I: Dal I al VI secolo e nel 2016 il Volume II: Dal VI al XVI secolo.
Articoli che parlano di Tra computer, tablet e libri. I giovani e la lettura:
Giovani e lettura: qualche dato positivo   (L'analisi)
Dopo il recente Salone del libro di Torino, alcuni dati sulla lettura dei giovani italiani sorprendono. L'analisi compiuta su "Vita e pensiero" nel numero in uscita prende in esame le letture dei giovani tra i 15 e i 24 anni, dal 2011 al 2015. Già 1,084 milioni di giovani ha letto o scaricato libri online negli ultimi 3 mesi e 1,010 milioni ha ordinato o acquistato libri, inclusi ebook, su internet negli ultimi 12 mesi.

Ultimo fascicolo

Anno: 2022 - n. 3

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

Ma le nuove generazioni vogliono uscire dal biancore
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2022 - 3
Anno: 2022
A partire dal XXI secolo viviamo nella “società degli shock”. Gli ultimi sono stati il Covid e la guerra in Ucraina. Di qui la sensazione di impossibilità a cambiare il mondo, soprattutto nei giovani. Ma proprio da loro arrivano segnali positivi tutti da valorizzare.
Gratis