Guardini e Heidegger: un dialogo inespresso - Hanna-Barbara Gerl-Falkovitz - Vita e Pensiero - Articolo Rivista Vita e Pensiero

Guardini e Heidegger: un dialogo inespresso

digital Guardini e Heidegger: un dialogo inespresso
Articolo
rivista VITA E PENSIERO
fascicolo VITA E PENSIERO - 2019 - 4
titolo Guardini e Heidegger: un dialogo inespresso
Autore
Editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 09-2019
issn 0042-725X (stampa) | 2785-1125 (digitale)
€ 4,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

I due si conobbero da studenti e si videro e scrissero più volte. Nonostante la frattura sul nazismo, Guardini dopo la guerra difese Heidegger e rifiutò di prenderne il posto a Friburgo, chiamandolo poi a Monaco. Due pensatori affini e allo stesso tempo distanti.

Biografia dell'autore

Hanna-Barbara Gerl-Falkovitz è professore emerito di Filosofia della religione e Scienza comparata delle religioni presso la Technische Universität di Dresda. Si è occupata di antropologia dei generi, del fondamento teologico della modernità e dell’etica delle religioni. È curatrice dell’edizione italiana dell’opera omnia di Romano Guardini e dell’edizione tedesca di quella di Edith Stein. Nel 2018 ha ricevuto a Bassano il premio Medaglia d’oro per la cultura cattolica.
Articoli che parlano di Guardini e Heidegger: un dialogo inespresso:
Guardini e Heidegger: un dialogo inespresso   (Dalla rivista)
Romano Guardini e Martin Heidegger si conobbero da studenti e, nonostante la frattura sul nazismo, si videro e scrissero più volte. L'articolo ricostruisce il rapporto tra questi due pensatori affini e allo stesso tempo distanti.

Ultimo fascicolo

Anno: 2021 - n. 5

Iscriviti a VP Plus+

* campi obbligatori

In evidenza

Lettere, pensiero, psicologia: mondi da ripercorrere
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2021 - 5
Anno: 2021
In occasione dei 100 anni dalla fondazione dell’Università Cattolica, proponiamo le riflessioni di alcune personalità esterne all’Ateneo sul contributo che ha dato al Paese. Una tradizione di grande e aperto confronto con tutte le forme della cultura contemporanea.
Gratis

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento